Interviste Lazio News

Lazio, Sarri: “Ronaldo via? Qui contano le idee. Basic pronto, Luis Alberto mi piace”

Sarri

L’ex tecnico di Napoli e Juve, che ha condiviso con il partente CR7 (direzione Manchester) l’esperienza turbolenta in bianconero, ha un po’ glissato sul portoghese, privilegiando il lavoro nazionale: “I risultati delle nazionali non corrispondono più ai movimenti calcistici del Paese. I giocatori vanno e vengono, contano le idee e in Italia ci sono adesso”.

Lazio, Sarri: “Ronaldo via? Qui contano le idee. Basic pronto, Luis Alberto mi piace”

Vigilia di campionato per i biancocelesti di Maurizio Sarri che domani ritroverà i propri tifosi all’Olimpico di Roma. Il tecnico ha parlato poco prima che venisse annunciato il girone di ferro dei suoi in Europa League: Lokomotiv Mosca, Galatasaray e O. Marsiglia del suo ex centravanti Arek Milik. Ma c’è lo Spezia di Thiago Motta, alle 18:30. E Sarri non vuole distrazioni: “Dobbiamo cercare di migliorare in tutti gli aspetti, a Empoli nel secondo tempo il baricentro della squadra era troppo basso. Piano piano riusciremo a salire, sarà un percorso non con una crescita lineare. Lo Spezia è una squadra dinamica, aggressiva contro cui sarà difficilissimo giocare. Basic pronto? Fisicamente sì, ha già giocato tre partite in Francia. Chiaramente il suo inserimento non può essere veloce come quello di Pedro. Viene da un altro campionato, parla un’altra lingua, ha fatto altre esperienze. Il ruolo? L’ho visto non molto. Può giocare intermedio, in entrambe le posizioni perché usa tutti e due i piedi. Ha un buon inserimento, quindi penso di escludere di metterlo davanti la difesa”. Detto su CR7, l’ex allenatore del Napoli ha poi detto la sua sull’Europa League: “Non possiamo spendere troppe energie adesso pensando all’Europa League che comincia tra 20 giorni. La faremo con molto impegno. Con l’introduzione della Conference, sarà più difficile fin dalla fase a gironi, che l’anno scorso erano più abbordabili”. Infine, parole d’elogio per il fantasista Luis Alberto, reietto a inizio raduno: “Fisicamente è in crescita, noi però dobbiamo gestire una squadra di transizione non semplice. La Lazio a centrocampo poteva permettersi certe cose perché c’erano cinque difensori e una punta e mezza. Nelle prime partite abbiamo privilegiato la solidità, ma questo non vuol dire che Luis Alberto non sia importante. A me piacciono sempre i giocatori di qualità”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com