News SOCIAL

Coronavirus Campania, De Luca: “Nessuna meraviglia ai flop delle manifestazioni No Green Pass. Alcuni non vaccinati assumono comportamenti scriteriati. A Meloni e Salvini dico…”

De Luca

Nell’ormai consueto intervento in diretta social, il presidente della Regione Campania ha fatto il quadro della situazione attuale in termini di pandemia. Il monitoraggio settimanale, la querelle “no vax”e “no Green Pass”, gli atteggiamenti della politica interna nazionale e del punto sull’emergenza i punti chiave del suo discorso.

Coronavirus Campania, De Luca: “Nessuna meraviglia ai flop delle manifestazioni No Green Pass. Alcuni non vaccinati assumono comportamenti scriteriati. A Meloni e Salvini dico…”

“Iniettiamo vaccini ai nostri figli e ai nostri nipoti, nessuno ha detto io voglio essere libero, tranne qualche squinternato. Abbiamo avuto un ministro Cinque Stelle che veniva dal mondo no vax. Noi abbiamo deciso l’obbligatorietà per i bambini piccoli e poi troviamo vecchi caproni di 60 anni che dicono che vogliono essere liberi. Ha fatto bene il presidente del Consiglio Mario Draghi a dire che si va verso l’obbligatorietà del vaccino anti Covid”, così il presidente della Campania De Luca nel corso della diretta Facebook del venerdì.

Vincenzo De Luca ha parlato dei dissidenti del vaccino facendo una distinzione tra chi ha un elemento di preoccupazione “che rispetto, per una mancata chiarezza nella comunicazione che abbiamo alle spalle” e che “se una preoccupazione poteva esserci qualche mese fa, oggi questa preoccupazione non ha motivo di essere”. Poi c’è “chi adotta comportamenti scriteriati o demenziali” perché quando “si dice io sono libero e nel frattempo i reparti sono pieni noi abbiamo tolto la libertà di cura a miglia di cittadini. No vax e no Green Pass: a Napoli c’erano solo due persone. Che meraviglia – ha sottolineato il presidente regionale parlando del flop delle manifestazioni di No vax e no Green Pass a Napoli -. Noi non perdiamo tempo e andiamo avanti facendo quello che la ragione e la scienza ci dicono di fare”. Situazione scuola e politica interna. “Si aprono le scuole il 15 settembre – ha precisato De Luca -. Abbiamo una situazione ottima per quanto riguarda il personale scolastico. Noi siamo la prima regione in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni nelle scuole. Sono tutto obbligati ad avere il Green Pass. Abbiamo ovviamente un problema ancora aperto per quanto riguarda gli studenti. Nella fascia di età tra i 12 e 19 anni, ancora, ci sono 200mila giovani che ancora non hanno aderito. I dati, quindi, affermano che circa il 60% dei nostri giovani non ha ancora aderito. Vi chiedo di darci una mano a completare l’immunizzazione della popolazione studentesca. Noi faremo di fare tutto ciò che è in nostro potere ma l’unica arma per tutelare i nostri figli è la vaccinazione”. De Luca poi si è rivolto direttamente ai due leader del Centrodestra, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, parlando della loro posizione sul Green Pass. “Ma voi cosa fareste per l’Italia, per rilanciare il Paese? – ha chiesto il presidente -. Non funzionano così, per magia, la vita e il mondo. E non funziona quando parliamo di una pandemia”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com