Interviste Napoli Napoli OF

Insigne: “Sono il capitano, devo dare l’esempio. Brucia ancora non essere in Champions. Rinnovo? Se ne occupano agenti e presidente”

Lorenzo Insigne

INSIGNE CONFERENZA SPARTAK – Archiviata la sesta vittoria consecutiva in campionato per il Napoli di Luciano Spalletti è tempo di tuffarsi in Europa League. Lorenzo Insigne & Co. saranno impegnati giovedì alle 18:45 contro lo Spartak Mosca, seconda gara del girone C. Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match, il capitano del Napoli ha così presentato la gara:

“Stiamo bene, dobbiamo stare con i piedi ben messi a terra, lavorando duramente ogni settimana per arrivare pronti ad ogni gara per fare il nostro gioco ed arrivare alla vittoria.

Il primo consiglio di Spalletti? Abbiamo parlato tanto, ma sono cose che restano tra noi. Il mister tira fuori da ognuno di noi un grande potenziale che non abbiamo mai tirato fuori.

E’ un Napoli più maturo? E’ uno di quelli più forti, c’è tanta qualità, ci esprimiamo tutti al 100% e dobbiamo essere consapevoli della nostra forza e metterla in campo.

Leicester? Anche sotto 2-0 siamo stati calmi e siamo stati bravi a fare un grande risultato che può essere utile. Loro hanno perso 1-0 solo nel finale, verranno a fare una grande gara, dovremo dare il 300% e poi è presto per dire dove possiamo arrivare. Ogni gara è importante, vogliamo arrivare in fondo in tutte le competizioni.

400 gare in azzurro? Da napoletano significa tanto, non credevo di raggiungerlo, è stata una grande emozione poi davanti alla nostra gente e con una vittoria.

Record goal? Facevi prima a chiedere del rinnovo (ride, ndr), io penso solo a fare il bene della squadra, sono il capitano e devo dare prima l’esempio in fase difensiva, poi se arriva il gol sono contento. Nelle ultime gare non sono arrivati ma sono contento delle mie prestazioni. Sto cercando di dare l’esempio, se il capitano rincorre in difesa allora lo fanno tutti.

A noi brucia ancora non essere in Champions, l’anno scorso dovevamo farcela, non ce l’abbiamo fatta e siamo ancora arrabbiati ma continuando così, tirando fuori tutta la cattiveria ed avendo così tanta qualità. Koulibaly, Dries ed io ci stiamo provando perché alcuni giovani non sono ancora consapevoli delle loro qualità. Faremo grandi cose in questo modo.

Osimhen? Noi sappiamo le sue potenzialità, si vede anche in allenamento che dà il massimo, cercheremo di aiutarlo perché più gol fa e meglio è per noi. E’ giovane, deve stare sereno senza troppe pressioni o paragoni che non vanno bene. E un giovane fortissimo, può migliorare e farà tanto per il Napoli.

Europeo? Tutti e 3 portiamo il bagaglio d’esperienza della vittoria dell’Europeo ma anche chi non l’ha vinto gioca comunque in Nazionale e affronta grandi avversari. Il mister è meno contento perché ha pochi giocatori per lavorare in settimana (ride, ndr).

Sul rinnovo e scrivere la storia del club? Io spero di scriverla già quest’anno, io ho un anno di contratto e penso solo al campo, senza distrarmi perché poi non mi diverto e non gioco bene. Penso al campo al 100%, poi per il resto ci sono agenti e presidente, si sono incontrati ed hanno chiacchierato, io penso a fare bene in campo”.

Giovanni Maria Varriale

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com