Napoli Napoli OF News

Napoli e Milan, GdS: la corsa al primo posto sarà lunga e appassionante. Contro il Bologna, gli azzurri non hanno mai rischiato. I rossoneri invece…

Insigne

Un Napoli che vince ancora, senza troppe esitazioni, dopo l’ostico pareggio all’Olimpico. In casa, gli azzurri di Spalletti (Dominichini) sparpagliano la formazione di Mihajlovic, andando a segno per ben tre volte. Fa paura davvero adesso il Napoli che riprende a pieno ritmo la corsa al primo posto, con il Milan. Ne parla l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport.

LEGGI ANCHE: Napoli-Bologna, la moviola di Gazzetta: “I contatti molto light non sono più da considerare come calcio da rigore”. La difesa azzurra è la più forte d’Europa

Napoli e Milan, GdS: la corsa al primo posto sarà lunga e appassionante. Contro il Bologna, gli azzurri non hanno mai rischiato. I rossoneri invece…

Agganciato il Milan, in testa alla classifica, la bufera azzurra comincia a far più rumore. Sarà lunga ed appassionante la lotta tra i due club, “Inter permettendo”. La Rosea ripercorre il passato: “Si rivivono i fasti dell’epoca di Diego che domani avrebbe compiuto 61 anni”. Ma oggi non c’è solo spazio alla meritata vittoria partenopea, è piuttosto la formazione che gli uomini di Luciano Spalletti dimostrano in campo, con l’estrema concentrazione e la compattezza da vera squadra. Sono 28 ormai i punti macinati dal Napoli.

Interessante il paragone offerto dal quotidiano sportivo tra le prime due del campionato, contro la formazione emiliana. Al Dall’Ara, il Milan, una volta passato in doppio vantaggio, si fece recuperare le dure reti. 2-2 la rimonta del Bologna, poi comunque sconfitto. Il Napoli, al contrario, al 2-0 non ha permesso riaperture di match ma ha sigillato il risultato con il secondo rigore trasformato in gol da Lorenzo Insigne, sbloccatosi definitivamente dal dischetto.

Proprio il capitano è stato tra gli assoluti protagonisti del successo al Diego Armando Maradona. Dopo il peso dei tre penalty sbagliati in questa stagione ormai avviatasi, il numero 24 è tornato ad affrontare le sue battaglie dal dischetto, portando il secondo gol già nel primo tempo di gioco e bissando poi alla ripresa. “Una tensione particolare lo ha attanagliato quando l’arbitro Serra passava da Var”. Ancora: “Il pallone in rete lo ha liberato dalle ombre degli errori contro il Torino e di Firenze. Ma nel conto c’è pure quello di Venezia”.

LEGGI ANCHE: Il ritorno della Grande Bellezza azzurra, CdS: un Napoli delizioso nelle sue movenze. Fabian, piede veloce e sinistro raffinato

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com