Napoli Napoli OF News

Inter-Napoli: Zielinski apre le danze, Mertens illude ma i nerazzurri calano il tris

Inter-Napoli

Serata entusiasmante a San Siro, con la voglia di far bene e di staccare il Milan, sconfitto al Franchi dalla Viola. La positività di Matteo Politano ha imposto a Spalletti la scelta del messicano Lozano al suo posto, dal primo minuto. Tanti colpi di scena e parecchio movimento al Meazza. Finisce 3-2 per l’Inter che trova un posto comodo nella corsa Scudetto.

Inter-Napoli primo tempo: 2-1, Perišić firma la rimonta nerazzurra

Inizio controllato e studiato al Meazza con un gioco equilibrato da parte di entrambe le formazioni. Il primo squillo arriva dai colori nerazzurri con Lautaro Martínez. Il primo cartellino giallo arriva per Victor Osimhen, al 10′ minuto per un’azione irruenta con cui toglie palla a Skriniar. La foga agonistica punisce il nigeriano. Al minuto 17 il San Siro parla napoletano ed è Piotr Zielinski che permette il vantaggio della formazione partenopea. Una invenzione lucida di Insigne propizia la rete del polacco, permettendo una lettura intelligente ed imprevedibile del gioco. L’Inter cerca la risposta immediata e due minuti più tardi, su punizione, prova la palla del pareggio.

Al 22 i nerazzurri si infiammano per un tocco di braccio di Koulibaly, in area di rigore. Le proteste della panchina dell’Inter sfociano nel cartellino giallo per Simone Inzaghi. Viene confermato il penalty a favore dei nerazzurri e Doveri estrae il giallo per il numero 26. Minuti concitati in quel di Milano. Dal dischetto Çalhanoğlu buca la porta di Ospina. 1-1 al Meazza al 25esimo minuto.  Insidie azzurre al 34′ con due occasioni sprecate. Giallo anche per Rrahmani. Al minuto 40 Çalhanoğlu viene ammonito per fallo su Lozano. Correa fa tremare Ospina che inscena una parata salvatrice e nei minuti finali del primo tempo, l’Inter riesce a mettere in difficoltà la retroguardia azzurra. Al 44 Perišić raggiunge il vantaggio ed è 2-1, su un corner che diventa subito velenoso. E prima dell’intervallo, i nerazzurri rimontano.

Inter-Napoli secondo tempo: Lautaro si sblocca e Mertens accorcia le distanze

La ripresa si apre con una velenosa azione nerazzurra con Ospina pronto alla parata. Per un colpo alla testa tra Osimhen e Skriniar. Il nigeriano è costretto ad uscire dal campo, al suo posto entra Petagna al minuto 52esimo. Il nigeriano si allontana sofferente e l’ex Spal prova a prendere le redini dell’attacco partenopeo. E al 60esimo Lautaro si sblocca costringendo il Napoli al 3-1. Distanze che si allungano e pareggio che si allontana ulteriormente per gli uomini di Spalletti. Al 61esimo, doppio cambio per Inzaghi: esce Correa per Dzeko, out Calhanoglu per Vidal. Al 72, Doveri estrae un giallo per Vidal per un fallo su Koulibaly. Al 73esimo è tempo di cambi. Spalletti opta per Mertens ed Elmas, al posto di Insigne e Lozano. Anche l’Inter prende le misure con altri cambi: esce Barella ed entra Dimarco. Gagliardini prende il posto di Lautaro. Al 78, Mertens impone il suo gioco e tocca il numero 137 di reti con il club. Accorcia le distanze il Napoli ma subito dopo un altro testa a testa ferma il match. Questa volta a terra c’è Ospina. Sia per il colombiano che per Dzeko,  fasciature intorno al capo. Gli ammoniti della gara crescono con Handanovic che tarda il rinvio. Inzaghi schiera Satriano al posto di Perišić al minuto 88′. Nei minuti finali è Mario Rui che illude con un colpo di testa magistrale, letto e parato da Handanovic. Dopo l’ultima occasione d’oro sprecata da Dries Mertens, arriva il triplice fischio e l’Inter si gode il corridoio aperto da Napoli e Milan per lo Scudetto.

Tabellino:

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Darmian, Barella (Gagliardini 73′), Brozovic, Calhanoglu (Vidal 61′), Perisic (Satriano 88′); Lautaro (Gagliardini 73′), Correa (Dzeko 61′). All. Inzaghi.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian; Lozano (Mertens 73′), Zielinski, Insigne (Elmas 73′), Osimhen (Petagna 53′). All. Spalletti.

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com