Napoli Napoli OF News

Selikhov è una saracinesca, il Napoli mette a rischio la qualificazione in EL LE PAGELLE

Elmas

Sotto la neve incessante di Mosca, lo Spartak batte 2-1 il Napoli in Russia. Decisiva la doppietta nel primo tempo di Sobolev, prima del gol al 64′ di Elmas. Moscoviti che raggiungono i partenopei in testa al girone, a quota 7 punti. Grande protagonista del match il portiere di casa, autore di almeno tre parate salva-risultato.

Selikhov è una saracinesca, il Napoli mette a rischio la qualificazione in EL LE PAGELLE

Seconda doccia gelata in tre giorni. Dopo la sconfitta beffarda di Milano, avvio shock per i partenopei all’Otkrytie Bank Arena, con Lobotka che regala dopo appena un giro di orologio un penalty ai russi, trasformato magistralmente da Sobolev. Al 28′ è ancora una volta il centravanti di casa a firmare di testa il raddoppio. Miracoloso il portiere Selikhov su doppia occasione di Elmas e su un tiro ben calibrato di Zielinski. Nella ripresa il Napoli cambia passo e trova il gol del 2-1 con il macedone Elmas, senza riuscire però a pareggiare la sfida, grazie ai numerosi interventi di un ispiratissimo portiere moscovita.

SPARTAK MOSCA (4-3-3): Selikhov 8; Caufriez 6, Dzhikiya 6, Gogot 6.5, Ayrton 6; Ignatov 7 (Dal 72° Lomovitskiy 6), Umyarov 6, Litvinov 6; Moses 6.5 (Dal 83° Rasskazov NG) , Sobolev 7.5, Promes 6.5 (Dal 92° Larsson NG). All. Rui Vitoria 6.

NAPOLI (4-2-3-1)

Meret 5.5: nessun intervento degno di nota, sul secondo gol prova la parata ma ad Alex non riesce ciò che a Selikhov è “ordinario”.

Di Lorenzo 6: quando prende a spingere cominciano i pericoli per lo Spartak. Paga qualcosa nei recuperi.

Koulibaly 5.5: Trecentesima in azzurro. Non sempre presente nelle fasi calde, il capitano è in ritardo in un paio di frangenti sanguinosi.

Juan Jesus 5.5: imperversa coast to coast per un’ora, poi inizia a scivolare, sbuffando. Poi, quando c’è solo da portare avanti il pallone, arranca e basta.

Mario Rui 6: avvio vivace, con un paio di percussioni chiuse da buoni cross. Poi fa il bello e il cattivo tempo: errori marchiani, improvvisazioni da regista, uscite straordinarie palla al piede, come nel frangente del gol di Elmas. Azione più bella di una partita nel complesso mediocre.

Lobotka 6: se ne sta schiacciato davanti alla difesa che protegge con puntualità, soprattutto nella seconda parte.

(Dal 78° Rrahmani NG)

Zielinski 6: Un tiro destinato in gol (straordinaria risposta di Selikhov) e qualche iniziativa degna di nota.

Lozano 5.5: all’insegna del potrei ma non riesco. Un po’ di cattiveria in più rispetto alle ultime uscite, qualche cross interessante non sfruttato dai compagni, ma è ancora lontano il Chucky assassino che l’anno scorso tanto bene fece sotto la guida Gattuso.

Mertens 5.5: risucchiato nel vortice moscovita, stanchezza e acciacchi emergono ancora di più: si accende solo ogni tanto, ma alzi la mano chi si sente di colpevolizzarlo.

Elmas 6: fa tanto casino. Sembra svaporato, sfiora il gol in due occasioni nella prima frazione, ne realizza uno dopo un assist prezioso di Petagna.

Petagna 6: delizioso il pallone che serve ad Elmas per il gol che dà speranza ai suoi. Fa a sportellate coi dirimpettai, sostanza e impegno, manchevole nello spunto.

All. Spalletti 6: ha gli uomini contatti, va detto, e con l’idea tattica di partenza tiene in pugno la sfida. Assiste però impotente al risultato beffardo dei suoi.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com