News

Variante Omicron, lunghe file per tamponi rapidi e molecolari: la situazione

ULTIME CORONAVIRUS – La rapida diffusione della variante Omicron sta mettendo in agitazione tutto il Paese, con un numero sempre maggiore di cittadini in fila per richiedere un tampone. Infatti, a differenza di quella Delta, la variante Omicron risulta avere una trasmissibilità cinque volte superiore, anche se pare che i sintomi siano più leggeri. I contatti sociali dovuti alle festività natalizie hanno fatto registrare un’impennata di contagi non solo in Italia, ma anche nel resto d’Europa.

Variante Omicron, lunghe file per tamponi rapidi e molecolari: la situazione

Cresce la preoccupazione per la nuova variante al seguito del boom di positivi in questi giorni. File lunghissime fuori ASL e farmacie, per non parlare dei laboratori d’analisi privati, dove le persone aspettano anche un’ora per un tampone rapido o molecolare. Quest’ultimi (fondamentali per la diagnostica) garantiscono un esito affidabile in poche ore e un’analisi più approfondita, in quanto molto più sensibile nella rilevazione del virus. L’antigenico rapido, invece, va a caccia delle proteine virali e impiega più tempo per rintracciare le prove, per questo motivo è preferibile attendere almeno 72 ore prima di sottoporsi a questo test. In ogni caso, è sempre consigliato parlarne prima con il medico di famiglia in caso di sintomi per il Covid o di contatti con un positivo.

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com