Napoli Napoli OF News

Napoli, Ghoulam: “Spalletti ci ha fatto i complimenti dopo il pari con la Juve. Ora però dobbiamo fare il cambio di marcia. Qui a vita? Vi dico che…”

Ghoulam

“Eravamo contenti per la prova contro la Juve, ma un po’ delusi per il risultato perché potevamo cercare i tre punti. Ma dal punto di vista del gioco siamo rimasti molto contenti. Abbiamo fatto un bel gioco e non è facile farlo lì a Torino”. Così il terzino mancino algerino, ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

Napoli, Ghoulam: “Spalletti ci ha fatto i complimenti dopo il pari con la Juve. Ora però dobbiamo fare il cambio di marcia. Qui a vita? Vi dico che…”

“Come sto? Bene. La Juve è passata, va dimenticata, ora c’è la partita di domani e dobbiamo concentrarci su questa”. Faouzi Ghoulam, reduce da un’ottima prestazione contro i bianconeri e – per forza di cose – dalla titolarità dopo tantissimo tempo, conferma le sensazioni post Torino: sta bene e ha voglia di dare il suo contributo per questa seconda parte di stagione col Napoli, l’ultima (a meno di scelte clamorose) all’ombra del Vesuvio: “Il mio momento più duro? Credo è stato subito dopo il primo infortunio. Ci stavamo giocando lo scudetto, mi sono infortunato ed era dura non essere in campo. Il primo anno è stata dura, volevo dare una mano alla squadra per vincere quello scudetto che alla fine non abbiamo vinto. Noi siamo fortunati a fare il mestiere del calciatore e non possiamo assolutamente lamentarci perché c’è gente che soffre molto di più. Noi non valiamo nulla, da questo punto di vista, pertanto dobbiamo solo essere vicini a chi è in difficoltà. Ciò che succede va accettato, questa situazione ha colpito una parte importante del mondo e noi siamo privilegiati Spalletti è molto vicino al gruppo anche ora che è positivo al Covid-19. Ci lascia sempre messaggi, ci augura di far bene. Sta vicino a noi, come tutti gli altri positivi al Covid-19 e quelli che sono in Coppa d’Africa. E come anche tutti i tifosi. Con la Samp domani è una partita importantissima, una di quelle in cui abbiamo fatto fatica negli ultimi tempi. Sono partite che ti permettono di avere un cambio di marcia”. Su Zanoli: “Un ragazzo fortissimo. Tuanzebe parla francese, gli daremo una mano noi”.

Il futuro. “L’importante è rimanere nel cuore dei tifosi, come uomo prima che come calciatore. La mia vittoria, in carriera, è questa. Poi succederà quello che succederà, ma oggi devo dare una mano al Napoli e farò il massimo per riuscirci”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com