Altre squadre Napoli OF News

FIGC, udienza il prossimo 21 giugno al Tar sulla querelle indice di liquidità

Gravina presidente figc

Il Tar del Lazio ha accolto la richiesta di abbreviazione dei termini e fissato già al 21 giugno prossimo la camera di consiglio collegiale in merito al ricorso della Figc contro la decisione del Collegio di Garanzia dello Sport sull’indice di liquidità, oggetto dello scontro con la Lega di Serie A. Nel ricorso, la Federcalcio italiana aveva chiesto l’abbreviazione dei termini per la trattazione, domanda quindi accolta dal Tribunale amministrativo.

FIGC, udienza il prossimo 21 giugno al Tar sulla querelle indice di liquidità

Prosegue così lo scontro tra la Figc e la Lega Serie A sul tema indice di liquidità, che la Federcalcio ha indicato tra i criteri ammissivi per potersi iscrivere al campionato, fissandone il valore a 0,5. La Lega, tuttavia, contesta la decisione in particolare di far riferire il valore alla situazione economico-finanziaria dei club allo scorso 31 marzo: da qui la scelta di fare ricorso al Collegio di Garanzia del Coni, che lunedì ha annullato “i provvedimenti impugnati nella parte in cui si prevede che la verifica del possesso del requisito dell’indice di liquidità sia fissata in un termine antecedente alla chiusura dell’esercizio in corso”, aveva spiegato lo stesso Collegio di Garanzia in una nota.

Un accoglimento del ricorso che, secondo la Lega Serie A, ha confermato “la fondatezza delle obiezioni espresse a più riprese dalla Lega in merito ad una misura inopportuna non certo nel merito, ma nei modi e nelle tempistiche, soprattutto per gli effetti retroattivi sulla gestione in corso”.

La Figc aveva invece replicato tramite le parole del proprio legale Gennaro Terracciano: “Il dispositivo ci lascia molto perplessi, soprattutto perché di difficile comprensione. Dispositivo peraltro emesso dalle Sezioni Unite del Collegio di Garanzia e non dalla competente Sezione sulle controversie in materia di ammissione alle competizioni professionistiche, prevista dall’art. 12 quater dello Statuto del Coni. Siamo sereni e ci attiveremo per fare ricorso, anche perché tale decisione rischia di compromettere la regolarità del campionato”, ha concluso il legale.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com