Altre squadre Napoli OF News

FIFA, estese le norme per tesserare rappresentanti del calcio ucraino-russo

FIFA

L’ufficio di presidenza del Consiglio Fifa ha deciso di estendere le regole sul lavoro temporaneo sullo status e il trasferimento dei giocatori con l’obiettivo di assistere efficacemente i giocatori, i club e gli allenatori colpiti dalla guerra in Ucraina.

FIFA, estese le norme per tesserare rappresentanti del calcio ucraino-russo

La decisione fa seguito agli emendamenti approvati dall’Ufficio di presidenza del Consiglio il 7 marzo 2022 e il 16 marzo 2022, che hanno fornito – spiega la Fifa in un comunicato – certezza del diritto e chiarezza su una serie di importanti questioni normative. In base alle disposizioni approvate dall’Ufficio del Consiglio, se i club affiliati alla Federcalcio ucraina (Uaf) o alla Federcalcio russa (Fur) non dovessero raggiungere un accordo reciproco con i rispettivi giocatori e allenatori stranieri prima o il 30 giugno 2022, e salvo diverso accordo scritto, questi giocatori e allenatori avranno il diritto di sospendere il contratto di lavoro con le proprie società fino al 30 giugno 2023.

Queste disposizioni danno a giocatori e allenatori l’opportunità di allenarsi, giocare e ricevere uno stipendio, proteggendo allo stesso tempo i club ucraini e facilitando la partenza di giocatori e allenatori stranieri dalla Russia. Inoltre, in relazione alla tutela dei minori, è stato chiarito che i minori in fuga dall’Ucraina verso altri paesi con i genitori a causa del conflitto armato saranno esonerati dalla norma che vieta il trasferimento internazionale di calciatori prima dei 18 anni. La Fifa – aggiunge la nota – “continuerà a monitorare da vicino la situazione in Ucraina per garantire che il quadro normativo sia adattato in base a eventuali nuovi sviluppi. La Fifa continua inoltre a condannare l’uso continuo della forza da parte della Russia in Ucraina e chiede una rapida cessazione della guerra e un ritorno alla pace”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com