News

Reina: “Basta parlare di Higuain, ora siamo più forti. Onoreremo la maglia fino alla fine”

Il portiere del Napoli, Pepe Reina ha rilasciato una lunga intervista ai colleghi de Il Mattino, cercando di fare il punto sulla prossima stagione che vedrà coinvolti gli uomini di Maurizio Sarri.

In molti hanno criticato la fase difensiva della squadra che nelle prime due apparizioni ha subito 4 reti, due con il Pescara e due con il Milan: “La difesa non è composta solamente da difensori e portiere. Alla fine attacchiamo e difendiamo tutti e può capitare che si cominci un po’ con qualche errore, nonostante l’anno scorso avessimo inanellato una serie di partite senza prendere gol. La squadra non è ancora al top ma sono soddisfatto di questi 4 punti presi finora e sono convinto che cresceremo”

Sulla permanenza di Koulibaly, Pepe Reina è parso molto entusiata: “Mi sembra una notizia fantastica. Per noi che lottiamo in difesa lui è un giocatore chiave”

Non è mancato il primo giudizio dato al neo attaccante azzurro Arkadius Milik e a chi risulta esser un vero e proprio incubo durante gli allenamenti: “Arek ha un ottimo carattere ed ha un comportamento esemplare. Ci potrà aiutare nell’immediato e nel futuro. Per quanto riguarda gli incubi negli allenamenti devo dire che lo sono un po’ tutti: da Dries a Marek

Non poteva mancare anche qualche battuta in riferimento all’addio di Gonzalo Higuain. “Non credo ci sia bisogno di parlare ancora di lui. Senza l’argentino magari sarà Callejon a fare più gol come fece nel nostro primo campionato a Napoli. Tutti possono fare più gol e possono fare ancora meglio soprattutto ora che non c’è più l’apporto realizzativo del Pipita

Pepe ha anche un messaggio da rivolgere ai tifosi azzurri, visto il clima di gelo che si era creato anche al San Paolo.Nel bene e nel male la maglia azzurra è quella che conta. La onoreremo fino alla fine”