News

Sarri: “Non sono pentito per le scelte fatte. Siamo giovani e dobbiamo crescere”

Sarri al termine della sfida contro l’Atalanta commenta così la prima sconfitta stagionale del suo Napoli: “Abbiamo commesso più errori del solito, anche in fase di impostazione. Non Abbiamo sfruttato le palle gol crete. Ma abbiamo pagato a livello inconscio la partita di Champions. Non sono pentito per le scelte di formazione , dal punto di vista fisico i riscontri erano di buon livello. La Juve è di altra categoria. Noi non abbiamo mai avuto idea che il nostro campionato dovesse essere in parallelo con la Juve. Siamo giovani e dobbiamo crescere. Queste sono le fasi in cui farlo. Dobbiamo lavorare sugli errori. Se la Juve inanella cazzate mostruose, allora possiamo lottare. Ma non è il loro caso, non è una società che fa cazzate. Dobbiamo pensare a noi, non risponderò più a domande sulla Juve. Gli avversari fisici, aggressivi e i campi poco avessi al nostro gioco sono il nostro limite. Questo dobbiamo superare. Si, si può pagare anche l’orario. Non giocavamo da tempo di giorno, ma non ha inciso. Mertens per Callejon? Insigne aveva minutaggio minore sulle gambe.”