Video

ESCLUSIVA – L’agente di Rafael ricorda la notte di Doha: ‘Che gioia! Ero a casa di Adriano, scommettemmo su quanti rigori avrebbe parato’

Una delle più recenti, ma anche una delle più emozionanti sfide di sempre tra azzurri e bianconeri: Juventus-Napoli 7-8 (dcr), la finale di Supercoppa Italiana nella notte di Doha. Il Napoli trascinato dai gol di Higuain rimette in piedi una partita che sembrava ormai persa ed ai calci di rigore sale in cattedra Rafael Cabral, che chiude la porta a Padoin al nono rigore e regala il trofeo al Napoli. Per un ricordo di quella magica serata in Qatar, abbiamo contattato in esclusiva per Gonfialarete.com l’agente del portiere Brasiliano, Paulo Afonso. Ecco cosa ci ha svelato:

“Il ricordo che abbiamo noi addetti ai lavori è sicuramente lo stesso che hanno tutti gli appassionati, che siano essi professionisti, giornalisti o semplici tifosi del Napoli. Ed è sicuramente un ricordo bellissimo, la sensazione migliore che c’è è quella di poter gridare di essere ‘CAMPIONI!’
Come agente di Rafael Cabral sono orgoglioso di quella notte in cui ha dimostrato quanto sia forte facendo il proprio lavoro: rendendo il Napoli campione!

Aneddoti su quel 22 Dicembre? Ero a vedere la partita a casa di Adriano del Besiktas, all’epoca al Barcellona. Quando la partita terminò e si andò ai calci di rigore feci una scommessa con Adriano, dicendogli che mi giocavo una cena sul fatto che sicuramente Rafael avrebbe parato almeno due rigori, come poi è stato: ne ero sicuro!

Rafael mi confessò che come sempre aveva recitato le sue preghiere e che dopo di esse aveva la ferma convinzione che tutto sarebbe andato per il meglio, come poi andò”

 


di Andrea Falco e Ilaria Mondillo