News

BESIKTAS-NAPOLI 1-1, le pagelle: Hamsik toglie le castagne dal fuoco, almeno un rimpianto a testa per i 4 attaccanti

Un buon Napoli strappa il pari a Instanbul con una prodezza di Hamsik che evita la beffa che andava profilandosi dopo la trasformazione dal dischetto del solito Quaresma (ancora una volta letale contro il Napoli). La squadra di Sarri interpreta bene la gara, soprattutto in apertura dei due tempi, ma spreca veramente troppe situazioni da gol. Resta tutto aperto nel girone.

Le pagelle:

Reina 6
Mai chiamato a grandi parate, bravo ad accorciare su Hutchinson e chiudergli lo specchio in occasione del palo. Bravo, anche, quando aiuta la squadra gestendo il pallone con i piedi come il migliore regista nelle occasioni in cui i turchi alzano il pressing.

Hysaj 6
Ottimo nel primo tempo in fase di copertura, ma spingendo poco. Nella ripresa cresce anche sotto questo aspetto.

Maksimovic 6-
Oggi fa praticamente il regista del Napoli, con Jorginho pedinato per 90 minuti dagli avversari. Gioca molto bene, ma può andare sicuramente meglio sul fallo di mano che porta al rigore e l’episodio sfavorevole macchia la sua valutazione.

Koulibaly 5,5
Stava per combinare la frittata in occasione del palo di Hutchinson, un errore che avrebbe potuto macchiare la partita. Per il resto sicuramente qualche altra sbravatura mista a dei buoni interventi.

Ghoulam 6
L’azione del rigore nasce da un suo pallone perso, errore a cui va aggiunta qualche imprecisione qua e là, ma come spesso succede il gioco offensivo del Napoli è sostenuto per gran parte dalla sua spinta sulla fascia, oggi costante, con un paio di palloni molto interessanti giocati al centro come quello che porta al tiro di Insigne sul tacco di Mertens.

Jorginho 5,5
Stretto nella gabbia dei centrocampisti avversari non riesce quasi mai, soprattutto nel primo tempo, ad incidere sul gioco. La scelta del Besiktas è chiara, preferisce che siano Maksimovic e Koulibaly ad impostare e lui, tutto sommato, lascia fare loro…

(Diawara 6,5)
Gioca troppo poco per poter essere giudicato, ma la chiusura su Aboubakar vale da sola il voto in pagella. Ed è un voto importante.

Hamsik 7
Dà qualità al possesso e caccia dal cilindro il gol che allontana bruttissimi fantasmi. Quella di stasera verrà tramandata ai posteri come la notte in cui il capitano tolse le castagne dal fuoco nell’inferno di Istanbul.

Allan 6,5
Col contagiri il lancio che mette Gabbiadini a tu per tu con il portiere nel primo tempo. Bene per tutto il resto della gara con la solita intensità.

(Zielinski 6)
Entra bene in partita dando fluidità e verticalità al gioco nei minuti finali in cui il Napoli ha provato a vincere la partita.

Insigne 6,5
Prestazione volitiva e qualitativa, gli manca solo il gol, che oggettivamente si divora lui con quel tiro dal limite sul tacco di Mertens. Ottimo l’assist per Callejòn, che stavolta fallisce.

Callejòn 5,5
Nel primo tempo è completamente fuori dalla partita. Nella ripresa cresce, ma fallisce un’occasione che a uno come lui non è perdonabile.

Gabbiadini 5,5
Meglio di altre volte, ma il centravanti del Napoli, in una di quelle due occasioni, deve fare gol. Col passare del tempo la squadra si allunga leggermente e lui ne soffre, uscendo dal gioco.

Mertens 6
Ottimo impatto sulla gara. Bello il tacco per Insigne che spreca, poteva sfruttare meglio la sua occasione in campo aperto dove si limita a calciare da fuori con un po’ di sufficienza.

 

Sarri 6,5
E’ un bellissimo Napoli quello visto ad Istanbul, peccato davvero per il risultato. La squadra c’era, con l’atteggiamento giusto, organizzazione e personalità, soprattutto a inizio dei due tempi. Gli unici problemi dietro nascono da due errori individuali e davanti la squadra crea ma spreca in maniera che non si addìce alla qualità degli interpreti. In questi casi, non c’è troppo da rimproverare all’allenatore se la vittoria non arriva.

 

di Andrea Falco