News

VAR – Rizzoli: “Sui falli di mano, l’arbitro deve guardare la TV!”

Var al San Paolo

Arriva una decisione estremamente importante per il Var, infatti, secondo edizione odierna del Corriere della Sera, l’incontro di ieri tra arbitri e allenatori nel quartier generale milanese della Lega calcio è stato utile per fare il punto della situazione dopo il primo girone di campionato soggetto alla novità del Var. Tra i punti analizzati ci sono due che maggiormente hanno attirato l’attenzione dei presenti:

  • Sono stati ammessi gli errori, pochi (11, dei quali 7 hanno influenzato il risultato) ma effettivi;
  •  Sono state chiarite le direttive per correggerli, cosa non così abituale in un ambiente storicamente refrattario alla comunicazione, segno che forse qualcosa in questo senso sta cambiando.

All’incontro erano presenti 16 allenatori su 20, solo tre club hanno deciso di esser rappresentati dal vice (fra questi il Napoli di Sarri) e uno il team manager (De Sanctis, Roma).

Il tema principale del dibattito ha riguardato il punto debole del progetto: la casistica dei falli di mano. “Nei casi dubbi l’arbitro deve prendersi tutto il tempo e andarsi a rivedere le immagini a bordo campo” ha messo in chiaro Rizzoli.

L’altra direttiva riguarda i tempi di chiamata del fuorigioco: inizialmente i guardalinee attendevano il check dalla Var, ora invece quando hanno certezza devono alzare la bandierina subito.