News

Marelli, ex arbitro: “Benatia da rosso in occasione del rigore”

Benatia

Marelli Benatia – Durante Milan-Juventus di ieri sera ha fatto molto discutere la gestione dei cartellini di Mazzoleni nei confronti del difensore bianconero Medhi Benatia. In molti, infatti, non solo avrebbero voluto la prima espulsione dopo il brutto fallo a centrocampo a metà primo tempo ma anche il secondo giallo dopo il rigore concesso al Milan per il suo tocco di mano. A tal proposito, l’ex arbitro Luca Marelli ha parlato sul suo blog degli episodi che hanno coinvolto proprio Benatia.

Marelli spiega il suo parere su Benatia e le decisioni di ieri

Ecco uno stralcio della considerazione di Marelli: “Il fallo di mano di Benatia è senz’altro punibile. Sul tocco di Higuain il difensore ha il braccio largo e alto. Il tocco dell’attaccante lo mette completamente fuori causa, perché non può più usare il corpo o piedi per intercettare il pallone. Immediatamente dopo il braccio, staccato dal corpo, si abbassa in maniera repentina, andando a cercare il contatto con il pallone. Rigore ineccepibile, impossibile che Fabbri al VAR non richiamasse Mazzoleni dopo il primo replay. Per quanto concerne la sanzione, la scelta corretta avrebbe dovuto essere il calcio di rigore (poi assegnato) e il cartellino rosso per Benatia, reo di aver interrotto una chiara occasione da rete senza valida contesa del pallone”.