Napoli News

Rabiot, la madre-agente: “Vuole andare via ma il PSG non lo lascia partire”

Rabiot
La madre-agente di Rabiot ha spiegato che il calciatore sta provando a lasciare in ogni modo il PSG, per ora senza riuscirci

Adrien Rabiot è sicuramente uno dei talenti più interessanti del calcio francese ma anche un giocatore dal carattere un po’ peperino. Lo sa bene la Roma, che provò a prenderlo anni fa ma decise di lasciar perdere per le continue insistenze familiari nella trattativa. Così come lo sa anche (e soprattutto) il PSG, con il quale ormai Rabiot vive da anni un rapporto tribolato. Il centrocampista – che l’estate scorsa ha deciso di non partire per la Russia con la selezione francese quando ha saputo che sarebbe stato “soltanto” nella squadra riserve – sembra ormai essere un vero e proprio separato in casa. Proprio la madre-agente del calciatore, la signora Véronique, ha spiegato ai microfoni di RTL che il calciatore sta provando a lasciare in ogni modo il club, per ora senza riuscirci.

Rabiot, la madre-agente sulla situazione al PSG

“Durante la finestra di calciomercato dell’estate ho fatto presente al club che volevo inserissero Adrien nella lista dei calciatori da cedere, dal momento che voleva lasciare il PSG e lo ha fatto presente con chiarezza. Il club non voleva vendere Adrien: c’è stata una proposta del Barcellona nello scorso mercato. Il club ha pieno diritto nel rifiutare le offerte ma non possiamo di certo dire che non fosse a conoscenza di questa. La decisione resta ferma e definitiva, perché la situazione oggi è totalmente irrecuperare. La questione è molto semplice: Adrien vuole andarsene ma il club non lo lascia partire. Quando ha firmato il rinnovo aveva 19 anni, non ha saputo resistere. Adesso però, a 23, inizierà a pensare alla sua libertà. Ovviamente rispetteremo tutte le regole, soltanto dal primo gennaio inizieremo a sentire i vari club interessati”, queste le parole della madre-agente di Rabiot.

Ricordiamo che per Rabiot si è parlato anche di Napoli, secondo un’indiscrezione lanciata qualche mese fa da Mundo Deportivo. Difficile (ma ovviamente non impossibile, come qualsiasi cosa nel calcio) che il ragazzo possa diventare un obiettivo concreto degli azzurri.

Tag