Inter News

Conte: “Napoli? Ha lavorato con serietà per stare su alti livelli, dobbiamo essere feroci”

Antonio Conte
Antonio Conte è stato presentato ufficialmente alla stampa come nuovo allenatore dell'Inter. Il tecnico ha parlato anche del Napoli

Antonio Conte è stato presentato ufficialmente alla stampa come nuovo allenatore dell’Inter. Il tecnico ex Juventus ha parlato dell’inizio della sua nuova esperienza ma anche del calciomercato e delle prossime rivali in campionato.

Conte su Inter, Juventus, Napoli e altro

“Ho scelto l’Inter perché è stato semplice, ci siamo trovati ad avere la stessa visione, questo è stato molto importante per me. Condividiamo la stessa voglia e la stessa ambizione di costruire qualcosa di importante. La presenza di Marotta è un incentivo, ci conosciamo in pregi e difetti. L’Inter è una società con grande tradizione, una delle più importanti al mondo. Vincere subito? Io non mi pongo limiti, significherebbe creare alibi e non voglio che questo accada. Negli ultimi anni si è creato un gap enorme nei confronti di Juventus ma anche il Napoli, che ha dimostrato con lavoro e serietà di poter stare su ottimi livelli. Sappiamo di dover lavorare tanto senza avere recriminazioni, poi vedremo cos’accadrà.

Io il top player dell’Inter? Penso sia necessario averli in campo. Credo che ci sia una buona base di partenza dove poter costruire qualcosa di importante. Sicuramente io dovrò dare un apporto importante come penso di aver sempre fatto nelle mie precedenti gestioni, so di avere una grande responsabilità e me la sento addosso, nei confronti delle persone che mi hanno scelto e dei tifosi, la dividerò con i miei calciatori. Questo è il periodo delle chiacchiere ma noi dobbiamo parlare poco e lavorare tanto, dovremo essere bravi e feroci sul nostro obiettivo, quello di avere e dare stabilità. Se vogliamo essere protagonisti dobbiamo avere queste caratteristiche, nonché voglia di sacrificarsi e di mettersi in discussione.

Non ho la presunzione di pensare di poter portare 10 punti in più alla mia squadra, bisogna ragionare con la pluralità, dobbiamo lavorare per essere un gruppo unito e coeso, insieme si ottengono i punti in più. Dobbiamo pensare da vincenti ma se qualcuno non ha quest’ambizione deve farsi da parte. Da questo punto di vista dovremo essere molto chiari e io dovrò indicare la strada. Confido molto nella capacità dei giocatori, sono convinto che insieme possiamo costruire qualcosa di importante, anche se non sarà facile.

La mia sfida più difficile? Sicuramente è una grande avventura, molto intrigante. Icardi e Nainggolan? Il club ha avuto il tempo necessario per agire, io mi sono totalmente allineato al club e alla volontà manifestata”.