Interviste Roma

Pastore: “Giocato contro una grande squadra, volevamo i tre punti”

PASTORE ROMA NAPOLI – Il Napoli cade all’Olimpico sotto i colpi di Zaniolo e Veretout.  Meret si supera su Kolarov tenendo gli azzurri a galla ma l’ennesima disattenzione porta i giallorossi in doppio vantaggio. A nulla è servita la rete di Arek Milik su traversone basso di Lozano, subentrato ad un irriconoscibile Callejon. Tra i protagonisti della gara, Javier Pastore, centrocampista giallorosso, ha parlato al termine del match lasciando alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky:

“Abbiamo giocato contro una grande squadra, l’importante è che siamo stati molto concentrati e ambiziosi, volevamo i tre punti e siamo riusciti a prenderli. Sono sempre momenti belli, i tifosi ci stanno dietro, quando si esce così è solo il simbolo. Uscire con gli applausi è molto meglio che con i fischi. La squadra sta facendo tante cose belle, vogliamo provare sempre a vincere.

Per 70 minuti avete tenuto sotto controllo la partita? Può darsi che il rigore sbagliato ci ha colpito, Fonseca ha chiesto di correre in avanti, non lasciarli giocare facilmente. Abbiamo fatto un po’ meglio nella ripresa, abbiamo recuperato più palle in avanti”.

Il Napoli era candidato allo Scudetto, voi ora siete terzi. Che sensazioni ha? Belle, perché stiamo facendo le cose molto bene. L’allenatore ha detto all’inizio che aveva bisogno di tempo per migliorare, il tempo ci sta dando ragione. Stiamo giocando un po’ meglio, l’importante è vincere, ne abbiamo fatte tre di seguito. Vogliamo finire più in alto possibile il nostro campionato”.