Interviste

Torreira, l’agente rivela: “Ancelotti ha tentato personalmente di portarlo a Napoli”

Torreira

TORREIRA NAPOLI – A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pablo Bentancur, agente di Lucas Torreira e Nahitan Nandez. Il procuratore ha raccontato che Ancelotti ha tentato personalmente di portare l’ex Samp al Napoli.

Torreira vicino al Napoli in passato

“Torreira sta bene, ora è con la Nazionale ed è contento. E’ vero, il Napoli lo voleva, ma c’era distanza economica con l’offerta dell’Arsenal. Ancelotti ha tentato personalmente di portarlo a Napoli e se fosse saltata la trattativa con l’Arsenal, sarebbe venuto a Napoli, lo avevo promesso. L’Arsenal però è stata anche una scelta verso il calcio più affine a lui, Torreira insieme all’Arsenal ha scelto il calcio inglese.

Napoli destinazione futura? Nel calcio tutto può succedere. Torreira sta bene all’Arsenal, anche se il cambio ruolo non lo rende contento, ma va detto che quest’anno tutta la squadra non sta andando bene. Era difficile prendere Torreira all’epoca, adesso non so come stanno le cose, ma credo che l’Arsenal lo voglia tenere. Gioca poco? Nel nuovo ruolo non è a suo agio, ma rispettiamo le decisioni dell’allenatore, poi vedremo che succederà. Torreira ci rimase male quando saltò il passaggio al Napoli. Perchè? Perchè è uruguaiano. Per dirvi, lui vuole chiudere la carriera al Boca e il Napoli è un ambiente molto simile a quello del Boca. Sono maglie che pesano, ma non per lui”.

Nandez e Torreira giocatori ideali la piazza di Napoli

“Anche per Nandez lo stesso, la maglia del Boca non ha mai pesato per lui. Sono giocatori ideali per queste piazze. Non tutti sono adatti a giocare nel Napoli perché non tutti sopportano il peso di certe maglie e posso dire con certezza che se non fosse andata in porto la trattativa con l’Arsenal, Torreira sarebbe arrivato a Napoli, lui non ha paura di vestire certe maglie. Torreira e Nandez sono due giocatori diversi, possono giocare insieme e sono pure amici, ma in campo parliamo di due calciatori diversi”.

Serena Grande