News

Punto d’oro a Liverpool, Napoli a un passo dagli ottavi

LIVERPOOL, ENGLAND - NOVEMBER 27: Dries Mertens of Napoli celebrates after scoring his team's first goal during the UEFA Champions League group E match between Liverpool FC and SSC Napoli at Anfield on November 27, 2019 in Liverpool, United Kingdom. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

LIVERPOOL-NAPOLI CHAMPIONS MERTENS – Nella trasferta più difficile della stagione, è arrivato un pareggio a Liverpool. Un risultato che avvicina ancora di più il Napoli alla qualificazione agli ottavi di Champions. Per tagliare il traguardo, agli azzurri basterà cogliere un punto nell’ultima giornata al San Paolo contro il Genk il 10 dicembre. Anzi, col pari di stasera nella tana dei campioni d’Europa, la squadra di Ancelotti può ambire a chiudere il girone E al primo posto, visto che nell’ultimo turno i Reds primi in classifica, renderanno visita al Salisburgo. Gli austriaci sono in corsa per gli ottavi, obiettivo da scippare proprio agli inglesi.

Il Napoli potrebbe passare il turno anche nel caso perdesse a Fuorigrotta contro il Genk, a patto che il Salisburgo non vinca. Scenari che rendono il metro di come sia stato importante il pari conquistato ad Anfield. Un risultato insperato alla vigilia, viste le condizioni e le assenze con cui il Napoli si era presentato in Inghilterra. Grazie a una prestazione tutta cuore e concentrazione e alle scelte iniziali di Ancelotti, che ha preferito irrobustire la difesa con l’inserimento di Maksimovic al fianco di Manolas e Koulibaly e con lo spostamento in avanti di Di Lorenzo al posto di Callejon, i partenopei sono riusciti a strappare un punto d’oro. Gol di Mertens nel primo tempo. Nella ripresa il pareggio del Liverpool ad opera di Lovren. Risultato giusto, anche se c’è un pizzico di rammarico per il fatto che il Napoli abbia incassato l’1-1 su azione d’angolo.

Sarebbe bastata un po’ di attenzione in più e quest’ora Ancelotti starebbe festeggiando un successo storico e la qualificazione agli ottavi con un turno d’anticipo. Ma a conti fatti va bene anche così, anche perché il Liverpool non avrebbe meritato la sconfitta. I campioni d’Europa sono stati tenuti a bada grazie alle prestazioni monumentali di Koulibaly (che si è reso protagonista anche di un salvataggio sulla linea sulla conclusione di Firmino), Manolas e Allan. Molto attento Maksimovic. Fabian ha interpretato la gara con personalità, mentre Zielinski e Mario Rui si sono battuti con coraggio. Avrebbe potuto fare di più Lozano, che non è riuscito a tenere alta la squadra. D’altra parte il ruolo di centravanti non gli è proprio congeniale.

Per fortuna del Napoli Mertens, in questo periodo ricco di polemiche, non ha perso il fiuto del gol. Il belga ha sfruttato a dovere un lancio di Di Lorenzo, abile anche nell’interpretare il ruolo di esterno destro di centrocampo. A dare forza agli azzurri, nella ripresa, quando la pressione del Liverpool si è fatta ancora più insistente, ci hanno pensato anche i cambi di Ancelotti. Gli ingressi di Llorente, Elmas e Younes hanno permesso al Napoli di rifiatare e di portare a casa un pari prezioso. Potrebbe essere il punto della svolta o almeno è quanto sperano tutti quelli che hanno a cuore le sorti degli azzurri.

LIVERPOOL-NAPOLI 1-1

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Gomez (57′ Oxlade-Chamberlain), Lovren, Van Dijk, Robertson; Henderson, Fabinho (19′ Wijnaldum), Milner (78′ Alexander-Arnold); Salah, Firmino, Mane. A disp: Adrian, Lallana, Shaqiri, Origi. All. Klopp.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Di Lorenzo, Allan, Zielinski (85′ Younes), Fabian; Mertens (81′ Elmas), Lozano (72′ Llorente). A disp: Ospina, Luperto, Gaetano, Callejon. All. Ancelotti.

ARBITRO: Del Cerro Grande (Spagna)

RETI: 21′ Mertens (N), 65′ Lovren (L)

NOTE: ammoniti Klopp, Robertson (L) Koulibaly, Allan (N).

GRUPPO E QUINTA GIORNATA: Liverpool-Napoli 1-1, Genk-Salisburgo 1-4.

GRUPPO E CLASSIFICA: Liverpool 10 punti, Napoli 9, Salisburgo 7, Genk 1.

GRUPPO E PROSSIMO TURNO 10 DICEMBRE: Napoli-Genk (ore 18.55), Salisburgo-Liverpool (ore 18.55).