Altre squadre News

Coronavirus, Berlusconi taglia gli stipendi del 50% al Monza

silvio berlusconi adriano galliani

Accordo trovato tra il club dell’ex premier e i giocatori: la squadra è testa alla Serie C, ma ci sono incognite sulla ripartenza estiva di tutta la terza serie italiana.

Coronavirus, Berlusconi taglia gli stipendi del 50% al Monza

L’accordo tra Monza e giocatori è un segnale e anche una boccata d’ossigeno per gli altri club della stessa categoria, che stanno cercando di salvare i conti. E non ci sono ingaggi faraonici. Perciò dovrebbe fare ancor più notizia. I calciatori hanno trovato l’accordo con la nuova società di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani per tagliarsi il 50% dello stipendio di marzo. Un bel gesto, a maggior ragione considerando che con quei soldi questi calciatori ci vivono senza togliersi troppi sfizi. Proprio ieri l’assemblea delle sessanta realtà italiane ha chiesto misure rapide al Governo, a partire dallo svincolo sulle fideiussioni e la possibilità di accedere alla cassa integrazione in deroga. “È necessario trovare un punto di equilibrio tra le questioni etiche – ha spiegato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli -, le responsabilità collettive e la possibilità per le squadre di C di continuare a spendersi in prima linea per quel calcio che fa bene al Paese. Abbiamo tracciato una linea comune sull’esigenza di riforme basate sul taglio dei costi per la sostenibilità economica. Il rischio è enorme per la C, anche in relazione alla continuità aziendale”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com