Interviste News Sassuolo

Sassuolo, Caputo: “Ripartire sarà il primo passo verso la normalità”

Caputo

Francesco Ciccio Caputo ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport: queste le parole del bomber neroverde: “La situazione non è facile perché noi calciatori siamo abituati ad allenarci, a viaggiare e ad avere una vita movimentata. Stare fermi così a lungo, senza allenarsi sul campo e senza giocare, è difficile specie a livello mentale. A casa sudo parecchio, ma non è la stessa cosa. Manca molto la parte del contatto col pallone”.

Sassuolo, Caputo: “Ripartire sarà il primo passo verso la normalità”

“Noi calciatori vogliamo concludere il campionato, anche in estate. Ci dovranno essere le condizioni, ma prendendo le dovute precauzioni credo sia giusto arrivare alla fine. Giocare a porte chiuse non sarà il massimo, ma ripartire sarà il primo passo verso il ritorno alla normalità. Molte delle nostre abitudini cambieranno: saremo più attenti ad avere contatti con la gente, a prendere mezzi pubblici e a frequentare luoghi affollati. Almeno fino a quando non ci sarà un vaccino. Mi mancano tre reti per eguagliare il mio record di 16 centri in Serie A. Se avessimo continuato a giocare, visto che stavo bene, magari l’avrei superato velocemente. Un po’ ho rosicato di dovermi fermare ma ci sono cose più importanti del calcio in un periodo come questo. Aspettiamo con fiducia che la situazione migliori  per poter ripartire ed essere più forti di prima. La maglia della nazionale è un sogno che ho fin da bambino ma non mi fascio la testa e non ci penso, meglio concentrarsi sul lavoro”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com