News

Liverpool-Atletico Madrid, è polemica: avrebbe causato la morte di 41 spettatori

Klopp liverpool

LIVERPOOL ATLETICO MADRID – Lo scorso 11 marzo, è andato in scena il ritorno degli ottavi di Champions League ad Anfield tra Liverpool e Atletico Madrid. Una partita tiratissima fino ai supplementari, in cui però hanno avuto la meglio gli uomini di Simeone che hanno eliminato i campioni in carica. Quella partita, però, potrebbe essere ricordata non solo per questo risultato clamoroso. Uno studio condotto da Edge Healt ( società che analizza i dati per il servizio sanitario britannico) ha rivelato che quella partita ha causato la morte da Coronavirus di 41 spettatori inglesi. Una vera e propria bomba virologica. 

Liverpool-Atletico Madrid, è polemica: avrebbe causato la morte di 41 spettatori

Anfield, in quella partita, era strapieno. 52 mila spettatori, di cui 3 mila provenienti dalla Spagna per sostenere i Colchoneros. In quel momento però il Governo iberico aveva imposto già un blocco parziale a causa della diffusione del virus:  secondo i dati erano 640 mila persone infette. 100 mila, invece, il bilancio in Inghilterra.

Il mese scorso anche il sindaco di Liverpool Steve Rotheram si dichiarò abbastanza perplesso per la decisione di disputare il match, per di più, a porte aperte e disse: “È scandaloso se le persone hanno contratto il Coronavirus come risultato diretto di un evento sportivo che crediamo non avrebbe dovuto aver luogo. Ciò ha messo in pericolo non solo quelle persone, ma anche il personale in prima linea del SSN e altri nelle loro stesse famiglie che potrebbero averlo contratto. Abbiamo osservato un aumento della curva di infezione. Dobbiamo capire se alcune di queste infezioni sono dovute direttamente ai sostenitori dell’Atletico. Non è stato permesso loro di radunarsi nel proprio paese, ma 3.000 sono arrivati nel nostro e potrebbero aver diffuso il Coronavirus. Il Governo si deve assumersi la responsabilità di non averli bloccati prima”.

Secondo lo studio inglese, i decessi di queste 41 persone sono arrivati tra i 25 e i 35 giorni successivi alla partita che, insieme ad Atalanta-Valencia, è da mesi sotto inchiesta perché considerata veicolo di diffusione del Coronavirus.

PREMIER LEAGUE, ALTRI DUE POSITIVI AL COVID-19 DOPO I SEI DELLA PRIMA TORNATA

Antonio Del Prete

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com