Napoli OF News

Cds: “Barcellona-Napoli affare di Stato, spostare la partita darebbe il colpo di grazia alla Catalogna”

camp nou

BARCELLONA NAPOLI – Il Napoli è sempre più preoccupato per la situazione in Spagna, in particolare in Catalogna dove si registrano numerosi nuovi casi ogni giorno. L’edizione odierna de Il Corriere dello Sport spiega che la partita a Barcellona è diventato un affare di stato. A causa del Coronavirus le strade e gli aeroporti della città sono sempre più vuoti di turisti e un eventuale spostamento della partita in un altro stadio darebbe il colpo di grazie. L’amministrazione locale e lo stesso club spingono perché questo non avvenga.

Barcellona-Napoli è diventato un affare di stadio

“La città  di Barcellona e, più in generale, tutta la Catalogna, hanno bisogno che il prossimo 8 agosto Barcellona-Napoli si disputi al Camp-Nou. La sfida tra blaugrana e i ragazzi di Gattuso è ormai diventato un affare di Stato. La Barcellona a cavallo di luglio e agosto ha assunto una fisionomia mai vista prima. Da un giorno all’altro le strade si sono svuotate di visitatori stranieri, lo scalo aeroportuale del Prat è praticamente deserto e nelle terrazze e nei bar i pochi clienti presenti parlano tutti in catalano o castigliano. L’eventuale trasferimento del ritorno degli ottavi di Champions dalla cattedrale blaugrana ad altra sede rappresenterebbe il colpo di grazia definitivo. Di qui il grande sforzo della pubblica amministrazione locale e dello stesso club per evitare lo scenario più fosco”.

CHAMPIONS LEAGUE, NAPOLI PREOCCUPATO PER LA SITUAZIONE COVID A BARCELLONA: LA POSIZIONE DI GATTUSO

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com