Lazio Sampdoria

Sampdoria-Lazio, gara a senso unico per i doriani, biancocelesti a picco

L'esultanza di Fabio Quagliarella

Prima mezz’ora senza grandi occasioni, poi sblocca Quagliarella di testa. A fine primo tempo arriva il raddoppio di Augello. Al 74′ Damsgaard, da poco entrato, realizza il definitivo 3-0. Passivo pesante per una Lazio irriconoscibile, certo ridotta all’osso in termini di uomini (Immobile squalificato), campanello d’allarme per le gare future.

Sampdoria-Lazio, gara a senso unico per i doriani, biancocelesti a picco

Vittoria strameritata per i padroni (quadrati e cinici) di Marassi, Lazio troppo brutta per essere vera. Ma tanti allarmi: mercato forse non all’altezza, soprattutto in vista di un girone (tosto) di Champions, sfortunate combinazioni, il giocatore più rappresentativo squalificato e una figuraccia in terra ligure che sembra una congiuntura astrale prevedibile…

32′ Quagliarella, 41′ Augello, 74′ Damsgaard
SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Tonelli, Yoshida, Augello; Candreva (79′ Leris), Thorsby, Ekdal (57′ Adrien Silva), Jankto (68′ Damsgaard); Ramirez (57′ Verre); Quagliarella (79′ Keita Balde). All. Ranieri.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Hoedt (59′ Vavro); Parolo (46′ Marusic), Milinkovic-Savic, Lucas Leiva (75′ Cataldi), Luis Alberto, D. Anderson (46′ Fares); Correa, Caicedo (59′ Muriqi). All. S. Inzaghi.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com