Interviste Napoli OF News

Aic, Calcagno: “Passata questa stagione dovremo capire chi potrà permettersi di fare calcio e chi no”

calcagno presidente assocalciatori aic

Il Corriere dello sport intervista Umberto Calcagno, presidente dell’Assocalciatori italiani. Il tema trattato è quello del futuro del calcio italiano, il  rischio default e il taglio degli stipendi degli atleti.

Aic, Calcagno: “Passata questa stagione dovremo capire chi potrà permettersi di fare calcio e chi no”

“Durante il lockdown tutti i calciatori hanno fatto la loro parte – ammette Calcagno -. Non c’è un atleta che non abbia fatto rinunce economiche e oggi, dopo 6 mesi, siamo qui a parlare dello stesso discorso. Noi abbiamo sempre avuto un forte senso di responsabilità, ma quando parleremo di prospettive e di riforme con le altre componenti? Quando siederemo attorno a un tavolo, assumendoci ognuno le proprie responsabilità? Abbiamo calciatori professionisti che guadagnano meno di 50 mila euro lordi all’anno. Noi non accetteremo che il tema degli stipendi diventi lo specchietto per le allodole per non parlare dei problemi veri del calcio, anche perché ricordo che molti contratti attuali sono stati fatti a settembre o a ottobre. A fine ottobre è emerso che più della metà delle squadre di A, B e Lega Pro aveva già pagato la mensilità di settembre. È da questi imprenditori che dobbiamo ripartire. Il problema c’è, ma non è giusto strumentalizzare gli stipendi più del dovuto. Passata questa stagione dovremo capire chi potrà permettersi di fare calcio e chi no. Se non garantiremo una migliore ridistribuzione delle risorse all’interno del sistema, e penso in particolare ai diritti tv, il futuro sarà preoccupante”, conclude.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com