News

Coronavirus, il vaccino di AstraZeneca stimola una forte risposta immunitaria negli anziani

I risultati sui dati dei primi studi sono stati pubblicati sulla rivista medica The Lancet. All’inizio di novembre, l’azienda australiana Commonwealth Serum Laboratories (Csl) ha avviato la produzione a Melbourne di milioni di dosi del vaccino sviluppato dall’Università di Oxford e da AstraZeneca. Le prime dosi dovrebbero arrivare entro la prima metà del 2021, anche se tutto dipenderà dall’esito delle sperimentazioni cliniche di fase tre.

Coronavirus, il vaccino di AstraZeneca stimola una forte risposta immunitaria negli anziani

Il vaccino contro il Covid-19 sviluppato dalla società AstraZeneca in collaborazione con l’Università di Oxford produce una “forte risposta immunitaria negli anziani”. È quanto risulta dai dati dei primi studi pubblicati sulla rivista medica The Lancet. I risultati della fase uno e della fase due suggeriscono che uno dei gruppi più a rischio di morte o malattia grave da Covid-19 sia in grado di costruire l’immunità. Circa 560 volontari adulti sani hanno preso parte ai test di fase due, in cui sono state somministrate due dosi del candidato vaccino, o un placebo. Non sono stati segnalati effetti collaterali gravi, si legge nella relazione.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com