News

La decisione FIGC sulla questione stipendi del Napoli

Una deroga FIGC risponde alla questione stipendi del Napoli non ancora pagati dal presidente azzurro, Aurelio De Laurentiis. La decisione della FIGC, pubblicata in seguito al Consiglio Federale del 9 novembre, dunque aiuta a comprendere meglio i termini della questione.

“In considerazione del fatto che la situazione originata dalla pandemia Covid-19 si è ulteriormente aggravata nelle ultime settimane e ciò ha ancora di più acuito le difficoltà collegate alla carenza di liquidità per le società professionistiche, il presidente federale ha proposto al Consiglio (che ha approvato a maggioranza con il voto contrario dei rappresentati degli atleti e degli allenatori) la deroga alla disciplina dei termini di imminente scadenza, previsti per il pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati, ai lavoratori dipendenti e ai collaboratori addetti al settore sportive delle società professionistiche”.

La decisione FIGC sulla questione stipendi del Napoli

“Il termine del 16 novembre 2020 è posposto al 1° dicembre 2020, ai fini dei controlli federali e della applicazione delle relative sanzioni. A tutela delle retribuzioni più basse, resta immutato il termine del 16 novembre 2020 per il pagamento dei ratei residui riguardanti la mensilità di giugno 2020, ai fini dei controlli federali e della applicazione delle relative sanzioni e restano vigenti le disposizioni per i contratti tra società professionistiche e “tesserati” con compensi annui lordi pari o inferiori ad euro 50.000,00″.

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com