Interviste Juventus

Flop Juventus, Pirlo: “Manchiamo di personalità, facciamo fatica. Ronaldo-dipendenti? Non mi sembra che…”

PIRLO BENEVENTO JUVENTUS – La Juventus stecca al Vigorito e pareggia 1 – 1 con il Benevento. Non basta Morata, i bianconeri si fanno acciuffare da Letizia. Fallito il controsorpasso ai nerazzurri, la Juventus è quinta con 17 punti in classifica. Al termine del match, Andrea Pirlo, allenatore dei bianconeri, ha commentato la prestazione dei suoi soffermandosi sull’assenza di Ronaldo:

“Abbiamo gestito bene il primo tempo. Siamo andati in vantaggio, potevamo chiuderla ma non riusciamo bene a capire ancora i momenti della partita. Avevamo un calcio d’angolo, abbiamo voluto giocare veloce invece di far finire il primo tempo tenendo il pallone. Non è il primo gol che subiamo allo scadere sia del primo sia del secondo tempo. Dobbiamo crescere e capire che le partite non sono tutte uguali e i momenti non sono tutti uguali e vanno gestiti in modo diverso. Nel finale c’è stato un po’ di nervosismo e poca lucidità quando bisognava essere più lucidi per cercare di fare gol. Dobbiamo continuare a lavorare per capire in che stato siamo e il livello della partita qual è. Quando ci mancano giocatori di esperienza e personalità facciamo fatica.

Ronaldo? Già mercoledì in Champions ha avuto un problemino e ha voluto giocare ugualmente. E’ normale che qualcuno si affatichi e riposi. Oggi è toccato a lui, Ronaldo è un valore aggiunto ma se a volte non c’è dobbiamo fare la nostra partita.

Tutti e due. Lui era stanco e aveva bisogno di riposare come avevano bisogno altri giocatori perché hanno giocato sempre gli stessi soprattutto in difesa. Capita quando giochi tante partite ravvicinate.

Acquistare un attaccante? Per adesso non si può prendere nessuno. Siamo in pieno campionato e giochiamo con quelli che abbiamo.

Limiti? Stiamo lavorando sullo sviluppo del gioco. Proviamo a giocare con due esterni, uno più avanzato e uno che si sovrappone cercando di portarlo nel fare l’uno contro uno. A volte ci riusciamo a volte meno. Purtroppo quando si sporcano le partite ancora non riusciamo a vincerle. Possiamo risolverle solo giocando bene e non è sempre così. Bisogna crescere velocemente perché quando si aprono questo tipo di partite vanno chiuse. Quando vai in vantaggio la partita deve essere chiusa. Non è stato così, un po’ manchiamo di personalità e su questo dobbiamo lavorare.

Dipendenza da Ronaldo? Non mi sembra che le altre squadre dove ha giocato Ronaldo non siano state dipendenti da lui. E’ un catalizzatore di azioni, di gol ed è normale che quando un giocatore è così forte lo sviluppo sia basato su di lui. Capita a volte che non ci sia e dobbiamo migliorare soprattutto in queste partite.

Kulusevski? E’ un giocatore giovane, non può giocare tutte le partite. Ha giocato in Nazionale, gioca nella Juventus. Ricordiamoci che viene dal Parma e non tutte le partite sono uguali. Il peso della palla è diverso che giocare alla Juventus e al Parma. Va gestito e le responsabilità sono diverse. E’ un giocatore importante e sappiamo quello che ci può dare. Nelle ultime partite è stato meno lucido ma puntiamo forte su questo giocatore”.

Giovanni Maria Varriale

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com

Leggi anche:

Benevento 1 – 1 Juventus, non basta Letizia ai giallorossi per battere i bianconeri