News

Coronavirus, l’Aifa: “Durante la seconda ondata un’impennata di richieste di ansiolitici”

“Il punto più basso di consumo di farmaci per l’ansia, nel 2020, c’è stato ad agosto, quando regnava una maggiore tranquillità correlata alla sensazione di essere usciti dal tunnel coronavirus. Ma…”

Coronavirus, l’Aifa: “Durante la seconda ondata un’impennata di richieste di ansiolitici”

“Con la seconda ondata pandemica e le conseguenti misure restrittive, a partire da settembre, il consumo di ansiolitici cresce in modo continuo con una rapida impennata in autunno, culminata a Natale, come risposta a frustrazione e rabbia, a volte accompagnate da insonnia”. A spiegarlo all’ANSA è Massimo Cozza, psichiatra e direttore del Dipartimento di Salute mentale della ASL Roma 2, commentando i dati del “Monitoraggio dell’acquisto dei farmaci durante la pandemia Covid-19”, pubblicato dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa).

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com