Altre squadre Interviste News

Premier League, via gli sponsor di betting sulle maglie delle squadre: “Il buon senso prevale sull’avidità”

Premier League

“Una scelta di buon senso che combatte la ludopatia”. Grande iniziativa del governo inglese in tema di campagne contro il gioco d’azzardo con la cancellazione degli sponsor betting sulle divise dei calciatori di Premier.

Premier League, via gli sponsor di betting sulle maglie delle squadre: “Il buon senso prevale sull’avidità”

Via gli sponsor che incentivano al gioco d’azzardo dalle maglie della Premier League. Niente più pubblicità dei Bookies. Il Governo inglese è pronto a vietare la visibilità commerciale del gioco d’azzardo, e lo farà entro il prossimo autunno. Fonti vicine ai colloqui con Downing Street dicono al Daily Telegraph che i vertici del governo sono determinati a portare avanti la riforma del Gambling Act del 2005. A Whitehall affermano di essere consapevoli del “peggior tempismo possibile” per una scelta che proverà lo sport di enormi entrate. Ma due terzi del pubblico britannico sostiene il divieto di questo tipo di sponsorizzazioni, dicono gli attivisti, e fa niente che la Premier ci perderà 110 milioni di sterline all’anno. La decisione del governo, dicono, sarà guidata “dalle prove. sull’influenza dell’industria delle scommesse sulla dipendenza dal gioco d’azzardo”. Carolyn Harris, parlamentare laburista e figura di spicco nel gruppo parlamentare che si occupa della questione, ha affermato: “Per me, si tratta di buon senso che prevale sull’avidità, perché le squadre di calcio hanno modi alternativi per essere finanziati”. Secondo un dato fornito dalla dottoressa Kate Hunt dell’Università di Stirling, il “17,3% degli scommettitori sportivi maschili e del 16,6% degli scommettitori sportivi femminili ha iniziato a scommettere su nuovi giochi nel periodo della pandemia”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com