Altre squadre Interviste News

Italia, Castellacci: “Calciatori? Il coronavirus lascia alcuni problemi, vi spiego…”

Enrico Castellacci

L’esperto dottore ed ex responsabile medico della Nazionale Italiana di Calcio, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Radio Rai delle possibile conseguenze relative al Covid-19 tra i calciatori.

Italia, Castellacci: “Calciatori? Il coronavirus lascia alcuni problemi, vi spiego…”

“Le conseguenze del Covid sui giocatori? Già un anno fa sospettavamo che il virus potesse intaccare non soltanto i polmoni ma anche altri organi, come fegato, pancreas, reni. Non abbiamo ancora studi precisi, ma sappiamo che chi ha contratto il Covid in maniera sostanziale potrebbe aver avuto qualcosa in più a livello organico: ecco perché sono necessari accertamenti approfonditi multiorgano. Il Covid lascia strascichi, anche fra chi l’ha avuto in maniera asintomatica. La questione dei rinvii delle partite per Covid? Si sapeva che dopo Juve-Napoli si sarebbe verificato qualcos’altro. È davvero assurdo che il protocollo sia rimasto tale dopo quel precedente, e sapendo che l’organo competente sempre e comunque sarebbe stato la Asl. Magari ci vorrebbe uniformità fra le Asl. Ma intanto basterebbe un po’ di buon senso e cambiare il protocollo”. Enrico Castellacci poi ha avuto parole emozionanti per l’ex ct Prandelli. Con l’ex tecnico viola è ha condiviso l’esperienza in azzurro dal 2010 al 2014: “Tutte le cose che Cesare ha fatto le ha fatte con grande forza, passione e determinazione. È un uomo di grandissima sensibilità e valori umani, io ci ho vissuto 4 anni insieme e siamo rimasti molto amici. Conosco i suoi occhi e ultimamente li vedevo poco sereni. Non l’ho ancora chiamato, magari lo farò stasera. La lettera mi ha emozionato: ci ho visto la sua fragilità ma anche la sua forza, quella di reagire per allontanarsi dalla causa del suo malessere. Ritengo che non sia la sconfitta di un uomo, ma forse una presa di coscienza lucida di un momento critico che sta passando. È una lettera estremamente lucida, anche se quelle sull’addio al calcio mi sembrano parole dettate dal momento: ha troppo amore verso il suo lavoro per potersi definire un addio reale, secondo me”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com