Atalanta Interviste News

Atalanta, Gasperini: “Oggi il primo vero giorno di gruppo al completo. Udinese pericolosa”

Gasperini

“Difficile prevedere che partita sarà, l’Udinese è un’ottima squadra. Si vede che è una squadra di valore e che sarebbe uscita dalle zone basse, ora è più tranquilla per quello che riguarda la classifica, ma non per questo sarà meno pericolosa. Anzi, potrebbe esserlo di più”. Così Gian Piero Gasperini alla vigilia della 29esima giornata di campionato, che vede i suoi contro la compagine di Luca Gotti.

Atalanta, Gasperini: “Oggi il primo vero giorno di gruppo al completo. Udinese pericolosa”

“Dal punto di vista fisico stanno tutti bene, De Roon ha un piccolo problema alla caviglia ma potrebbe essere recuperabile. Ieri si sono allenati in 5 su 12 nazionali, oggi si alleneranno gli altri 7 e domani giochiamo. Siamo rimasti alla gara di Verona, oggi è il primo vero giorno di raduno per preparare il match contro l’Udinese. Un po’ di incertezza c’è, però le motivazioni sono molto forti. Non abbiamo avuto modo di stare insieme, ma cercheremo di rendere ciò sufficiente. Ci siamo allenati bene con chi è rimasto, c’erano Zapata, Muriel, Lammers, Caldara, abbiamo inserito un po’ di ragazzi della Primavera. Abbiamo recuperato bene Sutalo, oggi gioca con la Primavera. Abbiamo fatto dei buoni allenamenti, ma chi è rimasto qua ha potuto allenarsi con continuità e staccare un attimo. Hateboer? È ancora abbastanza presto, ha tolto il tutore e ha cominciato a camminare. Vedremo nei prossimi giorni, ma è presto per parlare di rientro. I numeri del finale di campionato sono favorevoli? Se i numeri si sono ripetuti più volte è abbastanza significativo, ma questa è una stagione diversa, ci sono altre situazioni. Tante squadre sono più vicine, sarà un campionato molto combattuto e battagliato. Domani c’è qualche punto interrogativo, poi ci sarà il tempo per avere più continuità. Ma dobbiamo avere la concentrazione sulla gara di domani. Quando inizierà lo sprint finale ci sarà continuità, non bisogna guardare troppo la classifica. Le partite sono tutte difficili, non sarà facile fare previsioni. Ci sono tante squadre nel mezzo, è difficile prevedere. Vaccini nel calcio? Mi sembra molto difficile, in questo momento i vaccini sono pochi. Vanno indirizzati a chi è più esposto, speriamo che possano arrivare più vaccini. Per me andrebbero vaccinati tutti quelli a rischio. In qualche modo siamo molto tutelati e controllati, speriamo che si risolva tutto. Siamo vicini ai 100 tamponi a testa dall’inizio del lockdown, siamo molto tutelati. Speriamo che si possa risolvere presto.” Poi di nuovo sull’Udinese. “C’è l’ambiente, l’avversario, ma dobbiamo spostare l’attenzione sulla partita. Sarà così per tutte le gare che restano, tutte sono complicate e difficili. Arriviamo da un buon momento, non solo per i risultati ma anche per le condizioni. Queste motivazioni sono superiori a tutti i tipi di dubbi che possono nascere. Il valore dell’Udinese è dato dalle prestazioni e dai giocatori. Ha giocatori di valore, è uscita da un momento di classifica complicato. Era stata indicata un po’ da tutti, ma in quella fascia ci sono tante squadre di sicuro valore che sanno togliere punti un po’ a tutte”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com