Interviste Napoli OF News

Fabio Cannavaro: “Gattuso criticato fino a due mesi fa, ora tutti muti! Insigne? A Napoli c’è sempre un però”

Fabio Cannavaro

CANNAVARO INSIGNE GATTUSO – Alla vigilia di Juventus-Napoli ha parlato il doppio ex Fabio Cannavaro, che ai taccuini de La Gazzetta dello Sport ha commentato i momenti di entrambe le squadre. In particolare si è soffermato sul tecnico Rino Gattuso, su ex compagno di Nazionale, e il capitano Lorenzo Insigne.

“Due mesi fa Gattuso era il peggiore, ora tutti muti”

“L’effetto lavatrice, come lo chiamo io. Che capita nella mia città come nel resto d’Italia con le persone che vengono insultate, affogate e poi… asciugate in un turbine senza rispetto. È capitato a Pirlo, anche a Pippo Inzaghi che prima di vincere in casa della Juve era criticatissimo. Troppi eccessi e non lo dico perché parlo di vecchi amici. Due mesi fa Rino era diventato per qualcuno il peggiore di tutti. Ma per l’allenatore contano i numeri. Ora che viene da quattro vittorie consecutive e che finalmente ha a disposizione gli uomini importanti che gli sono mancati a lungo, tutti muti. E non mi si venga a dire che questi risultati sono il frutto del silenzio stampa..”.

“Insigne è cresciuto molto, diverso da CR7”

“A Lorenzo voglio bene, è migliorato molto e potrà essere decisivo ma è un tipo di giocatore completamente diverso da CR7. Anche Insigne è finito nella lavatrice, con l’aggravante di essere napoletano. È cresciuto e in Nazionale si è guadagnato un ruolo importante che Roberto Mancini è felice di assegnargli. Se l’è meritato con i gol, con le sue corse in tutte le direzioni, con le giocate di qualità. Però… a Napoli c’è sempre un però”.

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com

LEGGI ANCHE