Altre squadre Interviste News

Monza, Galliani: “Mi dicevano che rischiavo di morire, ma io pensavo al club e alla serie A”

Galliani

L’amministratore delegato dei brianzoli si è presentato a Monzello per sostenere la squadra, incontrando anche una delegazione di tifosi con cui si è intrattenuto per analizzare il momento dei suoi. “Cinque giornate fa il Monza era secondo col 70% delle gare disputate, non si può passare da due a un punto di media – ha detto l’ex presidente della Lega Calcio ai tifosi biancorossi – Abbiamo speso una montagna di soldi, bisogna ringraziare sempre Silvio Berlusconi”.

Monza, Galliani: “Mi dicevano che rischiavo di morire, ma io pensavo al club e alla serie A”

“Ho detto che non si devono attaccare agli infortuni, abbiamo 27 giocatori, tutti validi. Noi dobbiamo vincere queste partite e venire promossi, questo ci siamo ripromessi alla prima giornata e questo dobbiamo fare. Vi giuro che anche quando i medici mi hanno detto che ero a rischio di vita, sarò pazzo, ma il mio pensiero principale continuava ad essere il Monza – ha proseguito Adriano Galiani -. Sono nato così, non dico che morirò perché adesso è di cattivo gusto, ma andrò avanti così… Speriamo che prima o poi si riapra uno stadio, ma non è l’assenza dallo stadio o l’essere in ospedale a farmi passare l’amore e l’affetto per il Monza. Il presidente Berlusconi e io stiamo facendo tutto il possibile. Sperèm“, ha concluso il dirigente tra gli applausi del gruppo biancorosso.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com