Interviste News

Calcioscommesse, Signori dopo l’assoluzione: “Dieci anni di sofferenze, ma sono stato forte”

<> on June 20, 2011 in Bologna, Italy.

L’ex attaccante del Foggia e capitano di Lazio e Bologna parla dopo la completa assoluzione dalle accuse che lo riguardavano nel filone del Calcioscommesse.

Calcioscommesse, Signori dopo l’assoluzione: “Dieci anni di sofferenze, ma sono stato forte”

Ai microfoni Rai, durante il rotocalco del TG2 “Storie”, Giuseppe Signori è tornato a parlare della vicenda Calcioscommesse che l’ha travolto e messo una macchia indelebile nella sua carriera post agonistica. “Mi è sempre piaciuto scommettere in modo legale con gli amici, questo mio modo di essere è stato percepito in maniera sbagliata e si è entrati un un sistema complesso e grave, quello del calcio scommesse che è completamente diverso da quello che è sempre piaciuto fare a me – ha spiegato -. Dieci anni lunghi passati con tanta sofferenza però, come sono sempre stato abituato, ho cercato di reagire e di essere più forte di quello che mi stava capitando. Nel 2010 avevo anche conseguito il patentino per allenare la Nazionale italiana quindi era un mio progetto quello di continuare a stare nel mondo del calcio. Quando ho ricevuto l’ergastolo sportivo sono stato allontanato anche perché non mi hanno più permesso di poter svolgere qualsiasi tipo di attività”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com