Atalanta Interviste News

Atalanta, Zapata dalla Colombia: “Vogliamo continuare a stupire il mondo”

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - AUGUST 16: Duvan Zapata (R) of Atalanta BC celebrates with his team-mate Timothy Castagne (C) and Remo Freuler (L) after scoring the opening goal during the Europa League Third Qualifying Round match between Atalanta BC and Hapoel Haifa at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on August 16, 2018 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il centravanti sudamericano ex Napoli, direttamente dal canale Youtube della Dea, ha voluto fare un bilancio della stagione appena conclusa.

Atalanta, Zapata dalla Colombia: “Vogliamo continuare a stupire il mondo”

“Una grandissima stagione di cui siamo contenti, perché continuiamo a scrivere la storia”. Esordisce così, Duvan Zapata ai microfoni atalantini che prosegue: “Dopo l’Inter che ha vinto il campionato, siamo stati i primi a qualificarci in Champions League.” Il centravanti colombiano, convocato insieme a Luis Muriel per le qualificazioni mondiali contro il Perù a Lima il 3 giugno e l’Argentina a Barranquilla l’8. “Siamo stati bravissimi a raggiungere gli obiettivi – prosegue -. Vogliamo continuare a stupire il mondo, magari si sente in giro che l’Atalanta non deve essere al posto in cui è oggi, ma noi facciamo parlare il campo dimostrando che possiamo conquistare qualsiasi cosa”. Sul 2020-2021, anche un elogio alla dirigenza orobica: “Abbiamo avuto tante difficoltà ma riusciamo a mantenere sempre il nostro livello. La società ci sostiene e non ci fa mancare niente: possiamo lavorare tranquilli esprimendo al meglio le nostre capacità”, ha proseguito l’ex Napoli, che aspetta il ritorno del pubblico dopo l’assaggio del 19 maggio scorso: “Nella finale di Coppa Italia eravamo contenti per la presenza dei nostri tifosi, peccato sia finita com’è finita. Le partite coi tifosi sono diverse, speriamo che si torni alla normalità. Siamo una bella squadra che riesce a segnare tantissimo, credo che la prossima stagione sarà molto positiva per noi. Il più bello dei miei 19 gol? Contro l’Udinese su assist senza guardare di Malinovskyi, per com’è cominciata l’azione e per il mio movimento”, ha concluso.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com