Altre squadre Calciomercato News

Spezia, spunta un nuovo profilo per la panchina: è uno dei campioni del Triplete nerazzurro

Thiago Motta
GENOA, ITALY - OCTOBER 26: Thiago Motta new head coach of Genoa CFC during the Serie A match between Genoa CFC and Brescia Calcio at Stadio Luigi Ferraris on October 26, 2019 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

In pole position, a sorpresa: è Thiago Motta il nuovo candidato a guidare lo Spezia la prossima stagione, che sta ancora cercando il sostituto di Vincenzo Italiano, andato alla Fiorentina. Per sostituirlo ora è balzato in pole l’ex centrocampista, che ha superato tutti gli altri concorrenti per la panchina come Giampaolo, Corini e Maran.

Spezia, spunta un nuovo profilo per la panchina: è uno dei campioni del Triplete nerazzurro

Non è ancora una scelta definitiva e non ci sono le firme ufficiali, ma Thiago Motta è al momento l’allenatore indicato per la panchina degli aquilotti spezzini, rivela Sky. È considerato dalla società un profilo giovane e intrigante che può lavorare bene col gruppo ligure. L’incontro che ha avuto con il dirigente Pecini è andato molto bene, dovrebbe essere lui il prescelto per sostituire Vincenzo Italiano.

Chi è – Quando Thiago Motta, nei primi giorni del settembre 2008, parla con Enrico Preziosi, per tutti è ormai un calciatore finito. Il calciatore alto e longilineo con la visione di gioco e l’eclettismo da campione che facevano dell’italo-brasiliano un centrocampista completo, erano un lontano ricordo. “Presidente, mi dia una chance e le garantisco che il prossimo anno mi cercheranno grandi squadre”. Le sue parole e due consulti medici convincono il patron del Genoa che gli concede un ricco ingaggio, scommettendo su di lui. A ragione. L’asso italo-carioca fa lievitare il gioco dei rossoblù, rinasce a nuova vita sotto la Lanterna e viene ceduto all’Inter. La sua carriera sarà ancora lunghissima e gloriosa.

Ora una seconda vita, da allenatore. La nuova vita da mister, per il brasiliano con passaporto italiano per via di un avo nella provincia di Rovigo, riparte proprio da Preziosi, a Genova, per risollevare l’entusiasmo perduto di una piazza calda come quella genoana. 2-7-2 come schema preferito durante la sua prima esperienza da mister della primavera del PSG (“era una provocazione”, dirà), Thiago Motta ha cercato di dare subito un’identità alla squadra genoana. L’esperienza in Liguria non è stata fortunata, sigillata da un esonero forse troppo frettoloso (ma con Preziosi, si sa, non è mai facile), poco prima di Natale, due anni fa. Ora si fa largo un suo ritorno in Liguria, stavolta con l’ambizioso Spezia italo-americano. Le alternative rimangono sempre Rolando Maran, Marco Giampaolo ed Eugenio Corini. Con tutta probabilità il club prenderà una decisione definitiva entro lunedì.

 

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com