Interviste Napoli OF News

Spagna, Azpilicueta: “Insigne pericoloso, Jorginho un grande. Questa Italia è tosta”. Moreno: “Meritiamo rispetto”

Conosce bene il regista ex Napoli Jorginho, non il capitano dei partenopei, ma lo teme fortemente. Lui, Cesar Azpilicueta, è uno dei pilastri del Chelsea con Jorginho, con cui ha vinto la Champions League, e della nuova Spagna, quella di Luis Enrique, che domani affronterà a Wembley l’Italia nella semifinale di Euro 2020. Qualità e tanta esperienza per il difensore, che dal ritiro della Roja analizza dai microfoni di Sky Sport la sfida di Wembley.

Spagna, Azpilicueta: “Insigne pericoloso, Jorginho un grande. Questa Italia è tosta”. Moreno: “Meritiamo rispetto”

Il capitano (e leader silenzioso) degli iberici non nasconde la tensione per la gara di domani, una semifinale che la Roja affronterà a Wembley contro la sorprendente Italia di Roberto Mancini: “Sono una Nazionale forte che sta ottenendo ottimi risultati. Gli azzurri hanno cambiato stile di gioco e cerca di tenere il pallone e di giocarlo di più. È una squadra molto difficile da affrontare. Dagli allenatori italiani (Azpilicueta, al Chelsea, ha conosciuto Antonio Conte e Maurizio Sarri, ndr) ho imparato davvero tanto. Ciò che ricordo è il carattere competitivo e il lavoro che ognuno portava con la sua idea di gioco: avevano tutti filosofie di gioco differenti, ma la stessa meticolosità nel lavoro quotidiano. Jorginho? Abbiamo una chat fra giocatori del Chelsea. Ci vedremo martedì in campo, ma questo è il calcio: a volte, quando sei in Nazionale, affronti dei tuoi compagni di squadra. È una cosa naturale, come sarà normale che martedì daremo tutti il massimo per le nostre nazioni e per qualificarci alla finale. Jorginho è un grandissimo giocatore, ha dimostrato sia nel Chelsea che nell’Italia di essere importante per fare girare il gioco. Gli piace avere la palla e controllare la partita. È un giocatore intelligente: meno sarà protagonista martedì, più possibilità avremo noi di controllare la partita. Non conosco Insigne di persona, ma so che in campo può essere molto pericoloso. Sta giocando un grande Europeo, è un giocatore molto tecnico e rapido che cerca sempre gli uno contro uno e il dialogo costante con i compagni. Noi ci difenderemo da squadra e attaccheremo da squadra, consapevoli della forza degli attaccanti dell’Italia”, conclude César Azpilicueta.

Sergio Moreno chiede “rispetto”.  “Si confronteranno due fra le migliori Nazionali del mondo. Entrambi giochiamo un bel calcio, offensivo, spettacolare. Sarà stimolante e difficile per noi, ma anche per l’Italia: i dettagli possono fare la differenza. Paura della formazione azzurra? No, però la rispettiamo, perché hanno grandi calciatori e tanta esperienza. Anche noi, però, meritiamo rispetto: noi, come loro, siamo fra le quattro Nazionali migliori d’Europeo”. Così Gerard Moreno, attaccante del Villarreal e della Nazionale spagnola, parlando al quotidiano Sport, alla vigilia della euro-semifinale fra la sua Spagna e l’Italia, in programma domani a Wembley.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com