Napoli Napoli OF News

GdS – Di Lorenzo: dal Matera alla finale di Euro2020 a Wembley. “Ero disoccupato ma non ho mollato”. Spalletti ai giornalisti: “Chi di voi è il più cattivo?”. Incipit criticato

Di Lorenzo

Sale l’entusiasmo per la finale dell’Europeo tra gli azzurri di Roberto Mancini e la Nazionale inglese a Wembley. Tra i protagonisti di Euro2020 ci sono i partenopei Lorenzo Insigne e Giovanni Di Lorenzo. Gare superbe per il terzino del Napoli, il cui passato non troppo remoto è spiegato con sapiente ammirazione dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. Occhi puntati anche sulla conferenza di presentazione di Spalletti, svoltasi ieri nella sala stampa del centro sportivo Konami.

LEGGI ANCHE: Rinnovo Insigne: “Guerra di nervi” in casa Napoli, il fattore tempo potrebbe non giovare

GdS – Di Lorenzo: dal Matera alla finale di Euro2020 a Wembley. “Ero disoccupato ma non ho mollato”. Spalletti ai giornalisti: “Chi di voi è il più cattivo?”. Incipit criticato

Una vera scalata sportiva quella del numero 22 del Napoli. Giovanni Di Lorenzo, solo quattro anni fa militava in Serie C con la casacca del Matera e domani disputerà probabilmente la gara più ambita e ambiziosa della sua carriera. Una finale europea contro l’Inghilterra, a Wembley. La Gazzetta dello Sport trasporta proprio sul terzino del Napoli e dell’Italia l’applicazione di un principio di stampo filosofico-sociale. “Diceva Pete Carril che più abiti vicino ai binari e più è probabile che vada forte sotto canestro”. Lo storico allenatore di basket statunitense, con questa metafora, intendeva un concetto in realtà semplice. I binari rappresentano uno status sociale, più ci sei lontano e più sei agiato. Sfondare nello sport è una probabilità più pesante per chi sta vicino ai binari secondo Carril. E Giovanni Di Lorenzo è un ragazzo che è ci è stato vicino. Che è sportivamente cresciuto in poco tempo.

Proprio il numero 22 del Napoli, qualche giorno fa, ha raccontato se stesso in maniera semplice: <<Ero disoccupato ma non ho mollato, ci ho sempre creduto e ho trovato club che mi hanno fatto crescere>>. Come sottolinea il quotidiano sportivo,  queste parole non risultano e non possono risultare affatto un luogo comune da chi questa esperienza l’ha fatta davvero.

Spalletti ieri, la domanda rivolta ai giornalisti

Attenzione da parte della Rosea anche per la presentazione di Spalletti di ieri. Alla sala stampa del centro sportivo Konami di Castel Volturno, il neo tecnico del Napoli si è presentato così, con un interrogativo scherzoso o forse no, non particolarmente apprezzato dal quotidiano sportivo. E’ partito con una domanda rivolta ai giornalisti il tecnico di Certaldo. “Chi di voi è il più cattivo”? L’incipit non è dei migliori. Partita la caccia alle streghe? “Siamo già alle trame scure prima ancora di cominciare”.

LEGGI ANCHE: Spalletti, tra conti da far quadrare e contratti in scadenza. Ritorno in Champions, massimo impegno. Casacche personalizzate, un’idea tutta partenopea

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com