Interviste News

Italia, Jorginho: “Ora serve calore e sostegno, noi ci crediamo! Rigore sbagliato? Fa male, era un’occasione da sfruttare”

ULTIME ITALIA – Il giorno dopo il secondo pareggio consecutivo dell’Italia, che ha rallentato la corsa per le qualificazioni ai prossimi Mondiali in Qatar, Jorginho ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport. Il centrocampista del Chelsea non ascolta le polemiche e crede ancora nella squadra. Sul secondo rigore consecutivo sbagliato invece ammette di essere molto arrabbiato e che potrebbe provare a cambiare il modo di tirarli.

Italia, Jorginho: “Ora serve calore e sostegno, noi ci crediamo! Rigore sbagliato? Fa male, era un’occasione da sfruttare”

“Speriamo che questi due pareggi dipendano solo dal fatto che siamo a settembre, in una fase di rodaggio. Abbiamo giocato due buone partite ma il pallone non è entrato. Dobbiamo rimanere lucidi e tranquilli. Il calcio è così, lo sappiamo: non c’è risposta alla domanda sul perché il gol non sia arrivato. Dobbiamo correggere i punti negativi, non senza dimenticare i tanti lati positivi. Lituania? Ovviamente tornare a vincere, per farlo serve entusiasmo. Non buttiamoci giù. A chi chiede se crediamo in noi, rispondo ‘certo che sì’. Anche perché, se non lo facciamo noi, chi dovrebbe credere in questa Italia? Voi di certo no. I 9 milioni di telespettatori per la partita con la Svizzera fanno piacere. E’ il momento di sentire calore e sostegno, ora che non si vince”. Queste le parole di Jorginho a Rai Sport. Il centrocampista azzurro parla poi anche del secondo rigore consecutivo sbagliato con l’Italia: “Fa male. Sono parecchio arrabbiato. Dispiace per la squadra che meritava di vincere, quella era un’occasione per sbloccare la partita in un momento importante. Mi prendo la responsabilità. Credo che i portieri mi stiano studiando, comincerò a studiarli anche io. Sto già pensando a come tirarli”.

LEGGI ANCHE: Svizzera-Italia, Insigne votato dai tifosi MVP tra gli azzurri

Antonio Del Prete

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com