Interviste Napoli Napoli OF News

Bagni: “La Juventus ora è una squadra modesta. Anguissa è il Koulibaly del centrocampo, su Ounas…” [ESCLUSIVA]

Salvatore Bagni
A Radio Marte nel corso della trasmissione "Si gonfia la rete" di Raffaele Auriemma è intervenuto Salvatore Bagni, dirigente.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Salvatore Bagni, dirigente.

Bagni: “La Juventus ora è una squadra modesta. Anguissa è il Koulibaly del centrocampo, su Ounas…” [ESCLUSIVA]

“La Juventus ci ha aiutato con due errori importanti e ha giocato poco a calcio, ci ha provato fino a quando Locatelli ha resistito. La Juventus ha giocato come una provinciale ed è successo anche con Sarri altre volte. Adesso è una squadra modesta. Ounas? Spalletti crede molto in lui, l’aveva detto fin dall’inizio e l’ha buttato dentro. Mi sembrava forte con i deboli e debole con i forti, contro la Juventus invece aveva qualcosa dentro. Ho visto un altro giocatore, avevo dei dubbi su di lui come giocatore da grande squadra ma potrebbe essere molto utile.

Il Milan per adesso sembra la squadra più solida. Io dico che per me tra le prime 2 finiscono Inter e Napoli, il Milan credo al terzo posto. A lungo andare abbiamo visto l’anno scorso poi com’è finita, penso che le più solide saranno Napoli e Inter. In 3 partite ci sono state 3 situazioni diverse: contro il Venezia hai giocato in 10, dal Genoa sei stato raggiunto e contro la Juventus sei andato sotto e in ogni caso hai vinto. Contro la Juventus si è cercato di vincere e questo conta. Koulibaly? Un guerriero. Ora è diventato un trascinatore, va raddoppiare e triplicare.

Anguissa è il Koulibaly del centrocampo. Nessuno ci credeva perché non lo conoscevano. Ha fatto tutte cose perfette in semplicità, senza sbagliare nulla. Quando gli altri avevano il pallone lui lo recuperava. E’ fisico ma non falloso, non rischia troppi passaggi. Questo è un giocatore importante e con caratteristiche che servono al Napoli. Non fa gol, non tira molto, non si infila molto nell’area avversaria magari. Ma ogni squadra ha bisogno di determinate caratteristiche. E un giocatore del genere, nel Napoli, non ha bisogno di fare altro. Un Torreira, per esempio, è più forte di Anguissa ma non serviva al Napoli.

Fabian Ruiz? Sembra più libero e sereno, può giocare il suo calcio e con Anguissa lì in mezzo migliorerà. Demme è un piccolo Anguissa ma è meno fisico e più falloso. Ospina? Sotto di un gol si è fatto trovare un metro su Kulusevski, è stato pronto, sveglio e in partita. Anguissa il nuovo Salvatore Bagni? Gli voglio bene ma ci vorrebbero troppi complimenti!”.

LEGGI ANCHE: Allarme Insigne, a rischio per la partita con il Leicester. In dubbio anche Osimhen e Mario Rui

Claudio Agave

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com