News SOCIAL

Coronavirus Campania, De Luca: “Dati rassicuranti, non sono stati registrati fenomeni preoccupanti. Reddito di cittadinanza? Chi ce l’ha non è preoccupato se non si vaccina”

de luca

Parla di “dati rassicuranti ad oggi sul piano nazionale e regionale”, in merito alla situazione coronavirus il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca nel suo consueto intervento del venerdì su Facebook. Non mancano stoccate su argomenti poco graditi a De Luca, come il sostegno economico statale…

Coronavirus Campania, De Luca: “Dati rassicuranti, non sono stati registrati fenomeni preoccupanti. Reddito di cittadinanza? Chi ce l’ha non è preoccupato se non si vaccina”

Convinto di un nesso di causa-effetto fra la percezione del sostegno al reddito e la decisione di non vaccinarsi contro il Covid, il presidente campano non le manda a dire: “Chi ha il Reddito di Cittadinanza non ha preoccupazione del vaccino”, sentenzia De Luca, illustrando una teoria secondo la quali chi percepisce il Rdc e lavora a nero non è preoccupato del greenpass obbligatorio da esibire in azienda quindi non è invogliato a vaccinarsi. Dati che, secondo il presidente della giunta regionale al momento i dati della pandemia in Campania sono “rassicuranti. Non registriamo picchi di contagio, c’è un livello ancora elevato di mortalità ma non abbiamo ingolfamento dei reparti ospedalieri o delle terapie intensive. Dopo la prima settimana dall’inizio dell’anno scolastico non abbiamo registrato fenomeni particolarmente preoccupati, dovremo aspettare altre due settimane per un quadro di maggiore certezza ma ad oggi il quadro è appunto rassicurante”.

E ancora: “Eravamo arrivati a 70mila vaccini al giorno, ora siamo crollati a 17mila vaccini al giorno – dichiara De Luca -.  C’è gente che si gode la situazione di relativa tranquillità ed evita di vaccinarsi e poi c’è gente vittima di una campagna di disinformazione vergognosa, irresponsabile e incivile e neo-medievale. Siamo veramente alla stregoneria dei tempi del medioevo, le cose più stupide sconcertanti, le invenzioni più inimmaginabili, spero non abbia ricadute pesanti sull’obbligo di vaccinazione per i bambini. Se poi abbiamo deciso di far ritornare la poliomielite… più che mettere in guardia le famiglie non possiamo fare. Vi prego di aprire la testa e gli occhi”, conclude.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com