Napoli Napoli OF News

TS – Rinnovo Insigne, distanza enorme con De Laurentiis: offerta dimezzata e caso multe aperto

Insigne

ULTIMISSIME RINNOVO INSIGNE – “Il mio procuratore ha parlato con il presidente, non è una questione facile. Ne stanno discutendo”. Ieri al Festival di Trento Lorenzo Insigne non si è sottratto alle domande sul suo rinnovo di contratto col Napoli, in scadenza nel prossimo giugno. “Penso solo al campo”, ha detto facendo intendere che comunque anche se la situazione è molto delicata la sua concentrazione è massima sulla sua stagione. La distanza tra il calciatore e De Laurentiis è enorme, l’offerta è la metà rispetto alla domanda e poi c’è la questione multe che torna in auge e pesa non poco.

TS – Rinnovo Insigne, distanza enorme con De Laurentiis: offerta dimezzata e caso multe aperto

Secondo quanto si apprende sull’edizione odierna di Tuttosport, De Laurentiis sarebbe intenzionato a fare un’offerta quinquennale di 3 milioni più bonus e cioè la metà dei 6 milioni netti ai quali Insigne punterebbe come ultimo contratto della sua carriera. C’è una distanza enorme tra le parti e la strada per l’accordo per nulla facile, per questo non ci sarà un incontro ufficiale tra il patron e l’agente Pisacane fin quando non si saranno prospettate le cifre in maniera chiara. Per questa ragione – spiega il quotidiano – il confronto potrebbe arrivare a fine campionato, o addirittura mai. Poi c’è un’altra situazione che pesa sulla trattativa: la questione multe. De Laurentiis è tornato all’attacco sulla notte dell’ammutinamento del 5 novembre 2019. Ha portato in Tribunale Maksimovic, Hysaj e Allan, quest’ultimo ha l’udienza proprio il 14 ottobre. Il capitano vorrebbe evitare questa disputa arbitrale, potrebbe essere chiamato in causa per una cifra pari al 50% dello stipendio mensile. È possibile che con Lorenzo vengano chiamati anche Mertens, Ospina e Ghoulam, tutti calciatore che da giugno 2022 non saranno più tesserati del Napoli.

Quattro addii possono aiutare Insigne?

La prima proposta del presidente del Napoli non ha raggiunto l’attuale stipendio del capitano. De Laurentiis punta a ridurre ancora il monte ingaggi anche l’anno prossimo: vorrebbe abbassare l’attuale tetto di 120 milioni a 70-75 milioni. Ospina, Malcuit, Mertens e Ghoulam hanno anche loro il contratto in scadenza. Difficile un rinnovo per i quattro azzurri, tre dei quali con stipendi molto alti. Dunque, come ipotizza Il Corriere del Mezzogiorno, il loro addio alleggerirebbe le casse del Napoli e magari potrebbe favorire un passo in avanti del presidente verso il rinnovo di Insigne.

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com