Interviste News

Coronavirus Italia, Crisanti: “Il Green Pass può essere abolito. Ecco quando”

Il direttore di medicina molecolare dell’Università di Padova, in un’intervista ai quotidiani veneti del gruppo Gedi, lancia una proposta che potrebbe piacere a tutti i detrattori della certificazione verde: abolire il Green pass quando arriveremo all’85% di vaccinati con ciclo completo.

Coronavirus Italia, Crisanti: “Il Green Pass può essere abolito. Ecco quando”

“Siamo all’81% di vaccinati, suggerisco alle autorità l’abolizione del Green pass non appena la copertura avrà raggiunto quota 85%; a quel punto la certificazione diventerà regressiva è superflua”, dichiara Andrea Crisanti. “Il Green pass – sottolinea – non garantisce un ambiente del tutto sicuro e non è esente da contraddizioni. Il virus, come il vaccino del resto, non sventola bandiere politiche”. Il virologo e accademico italiano ritiene “preoccupante la polarizzazione provocata nel paese dalla pandemia. Servono misure di riconciliazione ma devono essere credibili, non fantasiose”. Sull’estensione a 72 ore dell’efficacia dei tamponi antigenici, Crisanti dichiara che “già è stata aumentata per legge la copertura temporale del vaccino, evitiamo ulteriori soluzioni antiscientifiche, e sul ricorso ai test fai-da-te non è il caso, vista la loro elevatissima variabilità”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com