Napoli Napoli OF News

Maradona, i figli mettono all’asta alcuni beni di Diego: dalle BMW alla lettera di Fidel Castro

Buona parte dei ricordi di Diego Armando Maradona, frammenti di una storia tragicamente conclusa il 25 novembre 2020 in uno spoglio appartamento di Tigre, andranno all’asta. I cinque eredi legittimi di Diego hanno ricevuto il placet dal tribunale per la vendita di due appartamenti, tre auto e tanti oggetti, in attesa che siano completate le istruttorie su tre accertamenti di paternità.

Maradona, i figli mettono all’asta alcuni beni di Diego: dalle BMW alla lettera di Fidel Castro

Ci sono due Bmw, la lettera di Fidel Castro e la casa regalata dal diez ai genitori, nella lunga lista dei beni che andranno all’asta il prossimo 19 dicembre. Il ricavato andrà ai cinque figli del Pibe: Diego Junior, Dalma e Gianinna, Jana e Dieguito Fernando, al netto dei debiti lasciati da Maradona e in attesa delle istruttorie per il riconoscimento della paternità di altri tre ragazzi che dichiarano di essere suoi figli. Nella lista anche alcuni pacchetti azionari, una struttura a Mar de Plata e altri effetti personali. Non andranno all’asta i beni con valore affettivo, come le maglie donate da altri giocatori al suo funerale. Il giudice Susana Tedesco ha dato il via libera alla richiesta degli eredi. L’asta sarà bandita e concessa da Adrian Mercado, agenzia della capitale argentina, andrà via streaming in tutto il mondo. La casa donata ai genitori è stata messa all’asta per 900mila dollari (780mila euro circa, l’appartamento per 65mila, circa 55mila euro, ndr). Una delle due auto porta la firma di Maradona incisa sul parabrezza, con un prezzo di partenza di 165mila dollari. In lista anche quadri, tapis roulant, maglie, scarpette, una chitarra, cravatte, bretelle e cappellini. Si possono presentare offerte fino al 15 novembre.

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com