Interviste Napoli OF News

Osimhen, dott. Tartaro: “Per la formazione del callo osseo servono due o tre mesi, a meno di un miracolo”

Napoli's Nigerian forward Victor Osimhen reacts during the UEFA Europa League Group F football match Napoli vs AZ Alkmaar on October 22, 2020 at San Paolo Stadium in Naples. (Photo by Filippo MONTEFORTE / AFP) (Photo by FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

ULTIME OSIMHEN – C’è tanta attesa per l’ultima visita di controllo di Victor Osimhen, in programma questo venerdì a Napoli. In città, ma anche dalla Nigeria, aspettano e sperano nel via libera dei medici ma la situazione non è così semplice come appare. Il professor Tartaro, il chirurgo che ha operato al volto dell’attaccante azzurro il 23 novembre, ha fornito alcuni importanti chiarimenti sulle condizioni del giocatore.

Osimhen, dott. Tartaro: “Per la formazione del callo osseo servono due o tre mesi, a meno di un miracolo”

“Per la formazione del callo osseo, secondo i protocolli mondiali, servono dai sessanta ai novanta giorni. A meno di un miracolo biologico”, ha spiegato il medico ai microfoni de Il Corriere dello Sport. Osimhen ha rimedicato   fratture multiple e scomposte solo poco più di un mese fa: “Se non farà la Tac, non potremo sciogliere la prognosi. Le fratture ridotte devono consolidarsi: ripeto, per la formazione del callo osseo bisogna attendere due o tre mesi a meno di un miracolo biologico natalizio: ma la biologia non è tifosa”.

LEGGI ANCHE: Osimhen, c’è il pericolo di un’altra frattura? Nuova ipotesi sul ritorno in campo

LEGGI ANCHE: Osimhen, l’entourage: “Tornerà a Napoli per l’ultima visita. Victor sarebbe disposto a giocare con la Juve e poi partire per la Coppa d’Africa” (ESCLUSIVA)

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com