Altre squadre Napoli OF News

Covid, dal primo febbraio obbligo vaccinale per i calciatori? Oggi la decisione

Vaccini

È il giorno delle scelte, il Consiglio dei ministri deve decidere nuove misure per contrastare il dilagare della variante Omicron. E anche per i calciatori sul tavolo per ora c’è infatti il Green Pass rafforzato (quindi vaccino o guarigione dal virus) per gli sportivi professionisti (in vigore dal 10 gennaio), mentre oggi si decide per l’estensione dell’obbligo di Green Pass per tutti i lavoratori, chiudendo quindi all’opzione del tampone per poter entrare nei luoghi di lavoro.

Covid, dal primo febbraio obbligo vaccinale per i calciatori? Oggi la decisione

Gli scenari possibili sono soprattutto due: 1) si decide per l’obbligo di Super Green pass, probabilmente a partire dal primo febbraio, per consentire a chi non l’ha fatto di vaccinarsi, per i 23 milioni di lavoratori. 2) Il Super Green pass non vale per tutti, ma per impianti sciistici, palestre, piscine, sport di squadra e di contatto. In pratica dal 10 gennaio per tre quarti dei 12 milioni di tesserati alle federazioni e agli enti di promozione. Resterebbero fuori, per citare le discipline più popolari, solo tennis (e padel), atletica e ciclismo.

Nel decreto di Natale, infatti, l’obbligo del Green Pass rafforzato riguarda non solo lo spogliatoio o la palestra (come nella prima versione), ma anche la possibilità di giocare le partite. Ma quando si parla di sport di squadra, non ci sarebbe alcun tipo di limitazione alle attività al chiuso. Un tema che sembrava non porsi nella prima versione del decreto, ma ora è in corso una verifica anche legata al numero di calciatori No Vax nelle squadre, soprattutto in Serie A. Nelle scorse settimane, anche il presidente della FIGC Gabriele Gravina non aveva escluso la possibilità dell’obbligo vaccinale per i giocatori, ma il problema rimane la copertura giuridica.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com