Juventus Napoli OF News

Juventus, Allegri: “Partita col Napoli a rischio? C’è un regolamento. Contento della permanenza di Morata, ecco chi starà fuori…”

Allegri

“Abbiamo lavorato bene e avevamo bisogno di questi giorni per lavorare assieme, perché avevamo lavorato poco nelle settimane precedenti. L’infermeria? Bonucci starà fuori domani e domenica, vediamo invece per la Supercoppa. Danilo sarà a disposizione la prossima settimana, mentre abbiamo recuperato Chiesa e Dybala. Kaio Jorge e Pellegrini col Napoli non ci saranno. Ramsey è tornato ieri perché era in permesso ma è un giocatore in uscita”. Queste le parole iniziali di Massimiliano Allegri, alla vigilia del delicatissimo match contro il Napoli allo Stadium (fischio d’inizio ore 20:45). L’allenatore bianconero ha parlato delle condizioni dei suoi calciatori, della permanenza in rosa (anche) di Morata e degli indisponibili domani contro gli azzurri, per una partita che (Asl permettendo) sarà fondamentale in chiave piazzamento Champions.

Juventus, Allegri: “Partita col Napoli a rischio? C’è un regolamento. Contento della permanenza di Morata, ecco chi starà fuori…”

“Morata non parte – dice il tecnico della Juve -. Lo scorso anno ha fatto ventuno gol e quest’anno ne ha fatti sette senza tirare un rigore. Alvaro è un giocatore importante e sono contento. Ho parlato con lui e gli ho detto “tu non vai via” quindi rimane con entusiasmo. Deve stare sereno e tranquillo. Per trovare uno alla sua altezza serve prendere i migliori quattro o cinque attaccanti in Europa. Ribadisco, Alvaro rimane con grande entusiasmo, chiuso il discorso. Al 99% la rosa rimane questa. A centrocampo domani? Avendo fuori Ramsey e Arthur, Locatelli giocherà di nuovo centralmente e tra gli altri ne giocheranno due. Abbiamo lavorato sia sul piano fisico che su quello tecnico. Abbiamo lavorato molto, ci servivano questi giorni. Da domani saremo pronti per affrontare le sei partite di gennaio che saranno molto importanti per la stagione. L’emergenza Covid? Ci sono gli organi di competenza che devono decidere. Noi possiamo solo allenarci e giocare con quelli che abbiamo. Questo è uno stato di emergenza e bisogna trovare le soluzioni, nel bene o nel male. La mia opinione non conta niente. Chi decide deve prendersi le responsabilità, c’è una regola e si segue quella. Noi dobbiamo prepararci molto bene per giocare, dobbiamo solo eseguire quello che ci dicono di fare. Scudetto? L’Inter è la squadra nettamente favorita per vincere lo scudetto. Non me ne voglia Simone (Inzaghi, ndr), ma può perderlo solo lei lo scudetto. Noi dobbiamo fare un passetto alla volta e poi vediamo”. Sull’eventualità di un innesto in attacco. “I gol mancano dai centrocampisti, sulle palle inattive. L’attacco ha fatto il suo, abbiamo due acquisti come Dybala e Chiesa che ci daranno una grossa mano e faranno quattro mesi importanti. Gli acquisti a gennaio incidono poco, dobbiamo migliorare quello che abbiamo. Per raggiungere gli obiettivi bisogna viaggiare a una velocità di crociera che a noi è mancata, bisogna cercare di tenere sempre il motore acceso”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com